L’alfabeto de La Fune – La top ten

L’alfabeto de La Fune – La top ten

Apparecchiamo per la domenica con una nuova puntata del nostro tradizionale alfabeto. Dalla politica, dove ormai è tutta campagna elettorale, ai fatti più curiosi. Leggetelo tutto d'un fiato.

ADimensione Font+- Stampa

C di comunali. Pochi ci pensano. Tanti giocheranno sul tavolo delle politiche e regionali, poi se va male saranno pronti a presentarsi come paladini della città capoluogo. Quando si dice l’amore per le poltrone, pardon: per la città…

F come “fuga di cervelli”. Qualcuno sta cercando ancora il suo, anche se è convinto non sia mai partito.

E di “elezioni”. La campagna elettorale è entrata nel vivo e scorrono fiumi di parole, più o meno sensate. Più o meno credibili. Sbob Tv ci mette del suo e racconta l’arte del fare promesse con un video che spopola sul web e che con La Fune abbiamo voluto sottolineare. 

I di “Israele”. Il filo d’unione tra Viterbo e questo importante Paese passa per una disciplina che si sta sempre più diffondendo: il Krav Maga. Questo fine settimana nella città dei papi è arrivata un’icona come Lea Dray, invitata dal maestro Carlo Mancini per un seminario internazionale. 

M come “murales”. A Bagnaia fanno la cosa giusta, rendere bello il passaggio di collegamento tra la piazza centrale e valle Pierina. Con delle pitture murali davvero azzeccate. 

R di “raddoppio della Cassia”. Il tema continua a tenere banco e tutta la classe politica si mobilita a fare promesse e rassicurazioni. Le stesse che vanno avanti da lustri…

S come “scrutinatori” ai seggi. Il Movimento Cinque Stelle vorrebbe aprire il sistema ma i partiti rimangono arroccati. Ai seggi solo nominati e di stretta fedeltà a chi prepara le liste … Dura lex sed lex. Finché i cittadini non diranno la parola fine. 

T di “turismo”. Dopo tanto il tema è al centro dell’agenda politica. Tanti candidati alle elezioni del 4 marzo. Qualcuno perché conosce la materia, qualcuno perché l’ha masticata e altri per imitazione. L’elettore saprà distinguere i “tarocchi”. 

T2 come “Tuscania”. Questa settimana la ricorrenza (6 febbraio) del terremoto di Tuscania del 1971. 

U di “ufo” sulla superstrada, ma è soltanto una croce luminosa.