L’alfabeto de La Fune – La top ten

L’alfabeto de La Fune – La top ten

Dal prossimo sindaco di Viterbo alla nuova sfida interna che il Partito Democratico locale sta apparecchiando per la segreteria. Tutta la settimana in dieci lettere che raccontano quello che è accaduto di significativo.

ADimensione Font+- Stampa

C di Coni provinciale. Renzo Lucarini lascia la guida, dopo pochi mesi dal conferimento dell’incarico. Nella comunicazione ufficiale parla di “motivazioni personali”. Non c’è motivo per non crederci ma francamente qualche perplessità c’è. 

E come “egizi”. A inizio settimana abbiamo lanciato lo spunto per il capoluogo della Tuscia di seguire le orme del sindaco di Catania Enzo Bianco e pensare di aprire a Viterbo una sede distaccata del Museo Egizio. Subito i “soloni locali” si sono sperticati in critiche e commenti contrari. Giusto, meglio non fare niente.  

F di “futuro”. Questa settimana vi abbiamo parlato dei punti di ricarica per le auto elettrice della Tesla. Spunto di un qualche significato nella costruzione di un territorio turistico. Qualcuno avrà approfondito o tutti continuano ad attendere che cada la manna dal cielo?

I come “isola Bisentina”. Questa settimana la notizia del compiuto acquisto da parte della Fondazione Rovati. Tutti si augurano inizi una nuova stagione. 

come “Marciapiedi da Incubo”. Li stiamo fotografando tutti e andremo in ogni angolo della città. Emerge un degrado spaventoso tanto che consigliamo ai prossimi amministratori di Viterbo di destinare ingenti risorse per ridare decoro alla città, partendo proprio dai marciapiedi. Intanto quello che stiamo realizzando è un archivio di immagini che documentano degrado e pericolosità. Almeno se qualche cittadino dovesse farsi male ha una prova in più per farsi risarcire da Palazzo dei Priori. 

P di “Partito Democratico”. Nella Tuscia si apre la fase del congresso provinciale. E’ sfida tra Egidi e Manuela Benedetti. “Renziani” contro “orlandiani”. No, “fioroniani” contro “panunziani”, è chiaro. 

S come “Sindaco di Viterbo”. Entro fine mese conosceremo il nome del candidato Cinque Stelle. Per gli altri bisognerà attendere che “i politici locali” vedano come vanno regionali e politiche. Candidarsi a sindaco di Viterbo potrebbe essere un bel ripiego. 

T di “trasporto pubblico locale”. L’amministrazione Michelini ha chiuso tutto l’iter di approvazione del nuovo grafo di rete. Il consiglio, pur con le opposizioni in disaccordo, ha dato l’ok alla sua introduzione. Diversi i cambiamenti. Chissà se è previsto anche che qualcuno torni davvero a utilizzare gli autobus …

U come Unitus Flash. Nasce il giornale dell’Ateneo viterbese, in bocca al lupo. 

Z come Ztl, nel mese di settembre pioggia di multe nella fascia notturna. Galeotta sarebbe stata la scarsa comunicazione dell’ordinanza di proroga della chiusura “salva movida” dalle 9 all’una di notte. C’è chi facendo notare che comunque c’era scritto sugli appositi pannelli “varco attivo” ha replicato: “Pensavo fosse rotto, in questa città è tutto all’abbandono”. Hanno torto?

 

Natale Viterbo