L’alfabeto de La Fune – La top ten

L’alfabeto de La Fune – La top ten

Dieci lettere per raccontare una città e la sua provincia in movimento. Tra i "siluri" per Michelini dopo l'evento all'Unione della banda della Marina al centro storico, passando per lago di Bolsena e tanto altro.

ADimensione Font+- Stampa

B di Bolsena, come il lago. Questa settimana La Fune è riuscita a intervistare Giulia Maria Crespi, presidente onorario del Fai e figura storica del Corriere della Sera. Ha lanciato un appello ai sindaci del lago per un appello al Ministero Beni Culturali e a quello dell’Ambiente. Speriamo che i sindaci del lago non siano troppo impegnati e riescano a farsi vivi. Si sa, fare il sindaco è difficile.

C come “centro storico”. La Fune ha aperto il dibattito sulla città. Pioggia di email e messaggi in redazione. C’è fermento tra le vie strette della città dei papi, occorre costituire una cabina di regia e incanalare le energie. La sfida è possibile e dopo decenni di nulla il momento sembra propizio per innescare una diversa metodologia: la programmazione. Da sostituire al metodo “ad minchiam” finora imperante. Dateci sotto gente, soprattutto nel segreto delle urne.

G di “gigantografia”. La Fune ha proposto di metterla una in piazza Crispi per pubblicizzare La Pietà, recentemente tornata al Museo Civico dopo il viaggio londinese.

L di Ludika. Bravi, vi auguriamo di fare di più. Avete mai pensato a un festival medioevale per la città?

P come “Palazzo degli Alessandri”. E’ polemica forte in città per il suo utilizzo, ma anche sul non utilizzo.

R di “rifiuti”. Da Viterbo sempre entusiasmanti cartoline.

R2 come Ramiccia. E’ sempre un bel vedere, lato palco e lato pubblico.

S di Silve. Scaduto l’affidamento dei cimiteri di Viterbo e delle frazioni. Serve nuovo bando, speriamo che non esca a babbo morto.

U come Unione, il Teatro della discordia. A dispetto del nome. La banda della Marina costata 17mila euro si è rivelata, con lo strascico di polemiche attivato, un bel siluro per l’amministrazione Michelini. Sono cose che succedono, canta che ti passa.

V di Viterbo con Amore. 13Mila euro consegnati ad associazioni del territorio per finanziare i progetti. Grazie, complimenti!

Banner
Banner
Banner