La vita di Vincenzo Cardarelli in uno speciale su Rai5

La vita di Vincenzo Cardarelli in uno speciale su Rai5

“Così la fanciullezza fa ruzzolare il mondo e il saggio non è che un fanciullo che si duole di essere cresciuto”.  Vincenzo Cardarelli, il cui vero nome era Nazareno Caldarelli, nacque a Corneto, attuale Tarquinia, dove suo padre, d’origine marchigiana, gestiva il buffet della stazione ferroviaria e qui trascorse la sua infanzia e la sua adolescenza. 

ADimensione Font+- Stampa

“Così la fanciullezza fa ruzzolare il mondo e il saggio non è che un fanciullo che si duole di essere cresciuto”.  Vincenzo Cardarelli, il cui vero nome era Nazareno Caldarelli, nacque a Corneto, attuale Tarquinia, dove suo padre, d’origine marchigiana, gestiva il buffet della stazione ferroviaria e qui trascorse la sua infanzia e la sua adolescenza. 

La storia del mai dimenticato poeta Vincenzo Cardarelli è stata raccontata da Fabio Stassi in “L’attimo fuggente”, programma che Rai Cultura pro lunedì 15 gennaio, su Rai5 ( ore 21:45) e può essere rivista sulla piattaforma digitale RaiPlay.

Vincenzo Cardarelli fu un conversatore brillante e un letterato polemico e severo. La sua è una poesia descrittiva lineare, legata a ricordi passati.  Amò profondamente la civiltà etrusca che nella città natale ebbe le sue nobili origini, tanto che, per volere testamentario, volle essere sepolto nel cimitero di Tarquinia. 

Decarta racconta la Tuscia