La Tuscia pronta a brindare con i suoi vini

La Tuscia pronta a brindare con i suoi vini

La Tuscia in festa per il vino, una dei suoi prodotti di eccellenza insieme all'olio e alla castagna. Tornano anche quest'anno i tanti appuntamenti legati al "nettare degli dei ": si comincia sabato prossimo ad Acquapendente e si va avanti fino alla fine di agosto per una kermesse ricca di sapori per celebrare nella maniera migliore non solo il vino, ma anche la cultura, la gastronomia, l'arte e le tradizioni di queste terre

ADimensione Font+- Stampa

La Tuscia in festa per il vino, una dei suoi prodotti di eccellenza insieme all’olio e alla castagna. Tornano anche quest’anno i tanti appuntamenti legati al “nettare degli dei “: si comincia sabato prossimo ad Acquapendente e si va avanti fino alla fine di agosto per una kermesse ricca di sapori per celebrare nella maniera migliore non solo il vino, ma anche la cultura, la gastronomia, l’arte e le tradizioni di queste terre. Presentazione in Camera di commercio dove fa gli onori di casa la vicepresidente Luigia Melaragni: “Da anni, esattamente 17, l’ente camerale – sottolinea – ha scelto di promuovere solo gli eventi di qualità e tra questi si inseriscono a pieno titolo Le Feste del vino della Tuscia. Le risorse sono limitate e dunque abbiamo deciso di impegnarci solo per quegli appuntamenti che davvero meritano il sostegno: quindi vino, olio e castagna”.

Sono 8 i comuni coinvolti (Acquapendente, Castiglione in Teverina, Civitella d’Agliano, Gradoli, Lubriano, Montefiascone, Tarquinia e Vignanello) per un unico cartellone che prevede oltre 150 appuntamenti d’ogni genere e quindi in grado di accontentare tutti i palati (non solo dal punto di vista enologico). Massimo Ceccarelli, assessore comunale a Montefiascone, celebra i 60 anni (è la rassegna più antica) della Fiera del Vino: “L’organizzazione quest’anno – spiega – è di esclusiva pertinenza dell’amministrazione in quanto con la Pro loco si sono registrate divergenze. La novità principale è costituita dalla presenza di circa 20 cantine, rispetto alle 6-7 del passato. Il 4 e 5 agosto grande evento con l’Air Show sul lago di Bolsena con la partecipazione delle Frecce Tricolori:. Previsto un ticket d’ingresso giornaliero di 2,50 euro, ma si può fare l’abbonamento per tutte le 12 serate al costo di 12 euro: si avrà diritto ad un calice di vino, oltre ad uno sconto del 50% per la cena di Calici di stelle e all’ingresso gratuito ai concerti (il biglietto per singolo evento costa invece 10 euro). Il 12 agosto è previsto lo spettacolo di Michele Zarrillo”.

Sabrina Sciarrini, vice sindaco di Vignanello, illustra invece la 49. edizione della Festa del vino: “E’ per età il secondo più antico. L’apertura sarà affidata come al solito al nostro corteo storico; abbiamo previsto anche spazi per i piccoli produttori”. Luca Giugliotti (presidente della Pro loco di Civitella d’Agliano) si sofferma sulla 16. edizione di “Nelle Terre del Grechetto”: “Il sottotitolo della nostra rassegna è ‘La cultura del vino’, proprio perché vogliamo dare un significato diverso ad una produzione che non ha solo valore economico. Da segnalare che nel Palazzo delle Forre stiamo recuperando e restaurando reperti legati all’agricoltura e che un angolo sarà dedicato ai vini emergenti”.

Leonardo Zannini (Pro loco di Castiglione in Teverina) tiene a precisare i tre aspetti salienti della kermesse: “Banchi d’assaggio con particolare riferimento agli aperitivi, quindi per i più giovani (ma non solo); per i cultori, visite guidate nelle cantine e al Muvis (il più grande del mondo) la possibilità di assaggiare e gustare tutti i piatti della tradizione locale. In chiusura la presenza dei bersaglieri in congedo”. Infine Sabrina Scarrini (assessore comunale a Tarquinia): “Sarà coinvolto tutto il nostro centro storico con un’area per i più piccoli e con servizi di bus navetta. In totale saranno presentate 50 etichette con show cooking e anche una gara culinaria”.

L’enologo col cappello Carlo Zucchetti (nella foto a destra) si sofferma in particolare sugli appuntamenti di Acquapendente: “Si comincia sabato con l’antichissima tradizione della cena della Fratellanza. Le serate saranno impreziosite dalla presenza della chef stellata Iside De Cesare, titolare col marito del ristorante ‘La Parolina’ a Trevinano, ma cucinerà anche zì Maria, ultraottantenne che sarà alla prese con i piatti tipici della zona”.

Insomma ce n’è davvero per tutti i gusti. I brindisi possono cominciare.

IL PROGRAMMA

Acquapendente Vini del Barbarossa – 14 e 29 luglio, 10 e 31 agosto

Civitella d’Agliano Nelle terre del Grechetto – 20-22 luglio

Lubriano Festa del vino sotto la torre – 27-29 luglio

Gradoli Aleatico in festa – 27-29 luglio, 3-5 agosto, 10 agosto

Castiglione in Teverina Festa del vino Colli del Tevere – 1-5 agosto

Montefiascone Fiera del vino – 2-15 agosto

Vignanello Festa del vino – 10-15 agosto

Tarquinia DiVino etrusco – 23-26 agosto