La ricerca sulla Crocifissione prosegue, il critico Strinati: “interessato dalla ricerca”

La ricerca sulla Crocifissione prosegue, il critico Strinati: “interessato dalla ricerca”

Oggi sollecitato in merito alle nuove scoperte annunciate da, tra gli altri Archeoares ed Egidio17 ha scritto che "il problema non è l’attribuzione, ma l’interesse per la ricerca che ribadisco pienamente".

ADimensione Font+- Stampa

Attribuzione sì o no? Michelangelo sì o no? Marcello Venusti o Teodoro Siciliano? Per Claudio Strinati la ricerca è di grande interesse. Il critico, uno dei più quotati, si era già espresso in maniera informale di fronte al dilemma tra la fine del 2013 e l’inizio del 2014 in occasione della mostra Sacro e Profano organizzata dal Comune di Viterbo che aveva messo in mostra la Crocifissione del Museo del Colle del Duomo. Strinati aveva suggerito la mano di Teodoro Sicliano, quello per intenderci che ha affrescato la Sala del Consiglio comunale di Viterbo a Palazzo dei Priori.

Oggi sollecitato in merito alle nuove scoperte annunciate da, tra gli altri Archeoares ed Egidio17 (qui), ha scritto che “il problema non è l’attribuzione, ma l’interesse per la ricerca che ribadisco pienamente. Sono orgoglioso che a Viterbo ci siano studiosi e coscienza culturale per un’opera pittorica come la Crocifissione”. Insomma piena fiducia alla ricerca, che prosegue.