La Rete degli studenti medi: “cancellate le frasi inneggianti al fascismo”

La Rete degli studenti medi: “cancellate le frasi inneggianti al fascismo”

La Rete degli studenti medi di Viterbo ha aperto una raccolta firme sul web per chiedere al Comune di ripulire i muri della città

ADimensione Font+- Stampa

“Cancellate le frasi inneggianti al fascismo”. La Rete degli studenti medi di Viterbo ha aperto una raccolta firme sul web per chiedere al Comune di ripulire i muri della città. “Chiediamo – scrive il segretario Francesco Boscheri qui – che le mura della città viterbese vengano ripulite dalle numerose e indiscriminate firme del blocco studentesco”.

Secondo i giovani studenti da tempo l’associazione imbratterebbe i muri della città “con vistose firme e altre orrende frasi inneggianti al fascismo. I muri della città sono ormai saturi di orribili scritte nere che contribuiscono all’immagine di degrado che l’odierna Viterbo offre”.

La rete degli studenti infine chiede che i responsabili delle scritte siano “condannati a ripulire la città dalle disgustose tracce del loro passaggio”.

La raccolta firme è qui.