La Polizia in campo contro la violenza sulle donne con la campagna “Questo non è amore”

La Polizia in campo contro la violenza sulle donne con la campagna “Questo non è amore”

Camper, gazebo e altri momenti d’incontro per rompere l’isolamento delle vittime di violenza di genere e diffondere informazioni utili sul tema della violenza di genere.

ADimensione Font+- Stampa

In Italia ogni tre giorni avviene in media l’omicidio di una donna in ambito familiare o affettivo, mentre ogni giorno, sempre ai danni di donne, si registrano 23 atti persecutori, 28 maltrattamenti, 16 episodi di percosse, 9 di violenze sessuali.

Per San Valentino la Polizia di Stato ha scelto di stare vicina alle donne con la campagna “Questo non è amore” che ha previsto in tutte le province italiane camper, pullman, gazebo e altri momenti d’incontro volti a rompere l’isolamento e il dolore delle vittime di violenza di genere, offrendo il supporto di un’equipe di operatori specializzati formata da personale di Polizia, da medici, psicologi e da rappresentanti dei centri antiviolenza.

Un’idea, quella del progetto camper contro la violenza di genere che, partita a luglio del 2016, in circa sei mesi in 22 province italiane ha consentito di sensibilizzare oltre diciottomila persone, in maggioranza donne, diffondendo informazioni sugli strumenti di tutela e, soprattutto, di intervenire su situazioni di violenza e stalking che, diversamente, sarebbero potute rimanere occultate nel dolore domestico.

Banner
Banner
Banner