La nuova vita del Cinema Lux secondo l’Art Republic di Villetti

La nuova vita del Cinema Lux secondo l’Art Republic di Villetti

“La legge dei grandi numeri è una bufala clamorosa”, afferma fortemente Michele Villetti che sogna di riportare la nostra città a una scelta culturale nuova, sana e sulla valorizzazione dei giovani talenti che Mamma Viterbo partorisce da generazioni.

ADimensione Font+- Stampa

“Hai voluto la bicicletta?”; queste le prime parole goliardiche di Enrico Corsini subito dopo aver detto sì al progetto ambizioso propostogli da Michele Villetti, musicista poliedrico 100% viterbese che lavora con i giovani e che rifiuta, con il suo movimento, i dogmi dell’industria culturale tutta lustrini e grandi numeri.

I due hanno il sogno di vedere nascere, a Viterbo, un modo nuovo di far cultura, una forte collaborazione tra musica e cinema, un modo nuovo e inclusivo di vivere gli spazi della città che spesso non brilla di partecipazione.

Grazie a questo progetto, i luoghi del Cinema Lux diventano la casa del The Art Repubblic Fondation Teatro, un ampliamento a livello concettuale della storica sede già esistente al quartiere Poggino. Corsini e Villetti ricercano la chiave che possa portare a ritrovare una nuova qualità della vita che gradatamente si sta perdendo, provano a mettere a disposizione dei giovani musicisti e artisti viterbesi uno spazio molto noto con l’ambizione forte e possibile di riappropriarsi di tanti talenti che scelgono di esibirsi lontano dalla città. Tutto questo retribuendo il loro lavoro e le loro performance.

Il Cinema Lux, luogo culturale a conduzione famigliare con a capo l’imprenditore Enrico Corsini, è diventato negli anni un vero e proprio cinema d’essai dove le scelte di cartellone si basano sulla qualità artistica e d’interesse culturale e, proprio da questa linea, nasce l’accordo con le idee e i progetti di Michele Villetti che intende sfruttare quello spazio per poter far esibire sia i giovani talenti sia i grandi talenti musicali europei che non “si sognerebbero mai di metter piede a Viterbo”.

Tanti gli appuntamenti culturali in programma a partire dal 21 luglio con la masterclass sulla siccità e sul surriscaldamento globale tenuto da Bruno Pagnanelli, celebre per la missione in Antartide condotta per L’Università degli Studi della Tuscia. Si prosegue il 1 agosto con una nuova masterclass, questa volta in chiave jazz con il famoso batterista Peter Erskine direttamente dall’University of Southern California già consulente per la batteria jazz alla Royal Accademy of Music di Londra.

Ciliegina sulla torta preparata da Villetti e il Cinema Lux è il progetto, fortemente voluto in vita dal regista Giorgio Capitani innamorato della nostra terra, di aprire una scuola di cinema proprio a Viterbo e di ridare l’antico splendore a questa città che si merita più di un’ occasione.

“La legge dei grandi numeri è una bufala clamorosa”, afferma fortemente Michele Villetti che sogna di riportare la nostra città a una scelta culturale nuova, sana e sulla valorizzazione dei giovani talenti che Mamma Viterbo partorisce da generazioni.