La nuova Valle di Faul. Ecco il piano integrato ‘Ex Gazometro’

La nuova Valle di Faul. Ecco il piano integrato ‘Ex Gazometro’

Un piano integrato che mira al recupero dell'ex Gazometro e all'apertura di un nuovo varco a Porta Faul e alla sistemazione di un tratto di mura civiche. Il restyling della valle continua.

ADimensione Font+- Stampa

faulUn secondo varco per il passaggio dei mezzi sul tratto di cinta muraria di Valle Faul, il restauro di una parte delle mura stesse e trasferimento del mercato. Sono queste le novità in programma per la vallata tra il parcheggio del Sacrario e l’ex Ospedale degli Infermi. 

E’ all’ordine del giorno del consiglio comunale di questo giovedì la discussione del piano integrato denominato ‘Ex Gazometro’, proposto dalla società Crv Immobiliare srl. La ditta andrà a recuperare l’area dell’ex Gazometro, che per anni ha ospitato il centro sociale di Viterbo. Una zona fatiscente che andrà a ospitare la nuova sede di Unindustria Viterbo. Sul piatto l’azienda ha messo circa 200mila euro che serviranno appunto per il nuovo varco, funzionale per il miglioramento della viabilità (e su cui deve ancora pronunciarsi la Soprintendenza), e la sistemazione di un tratto di cinta muraria.

La Valle di Faul di fatto è un cantiere a cielo aperto, dove si stanno realizzando importanti interventi volti a ridisegnarne il volto. Un lavoro avviato dalla precedente amministrazione Marini, attraverso i soldi del progetto Plus, e che l’amministrazione Michelini sta portando avanti. Quando gli ascensori saranno completati si opererà anche il trasferimento del mercato del sabato. Che dal parcheggio del Sacrario verrà trasferito nella vallata.

Un restyling importante, chiamato a consegnare la zona a una migliore fruibilità.