La maggioranza tenta il disgelo: dopo due Consigli saltati, oggi ci si riprova

La maggioranza tenta il disgelo: dopo due Consigli saltati, oggi ci si riprova

La maggioranza prova a sfatare il detto e prova a ricompattarsi dopo le amarezze condivise di giovedì scorso e martedì quando prima i fioroniani poi i serra panunziani hanno preso la porta in faccia e si sono visti bocciare, con l’assenza in aula e quindi con la mancanza del numero legale, i Consigli straordinari chiesti per parlare di sanità e Villa Lante.

ADimensione Font+- Stampa

Consiglio: non c’è due senza tre? La maggioranza prova a sfatare il detto e prova a ricompattarsi dopo le amarezze condivise di giovedì scorso e martedì quando prima i fioroniani poi i serra panunziani hanno preso la porta in faccia e si sono visti bocciare, con l’assenza in aula e quindi con la mancanza del numero legale, i Consigli straordinari chiesti per parlare di sanità e Villa Lante.

Così questo pomeriggio l’assise cittadina torna a riunirsi per cercare di sfoltire l’enorme elenco di punti all’ordine del giorno. Quindi si torna al solito, ma è difficile decifrare quali siano le intenzioni della maggioranza.

Al primo punto c’è sempre la contestazione causa di incompatibilità al consigliere comunale Francesco Moltoni, una vicenda sulla quale la maggioranza sembra voler soprassedere. Da un lato perché non ha i numeri per votarla (i serra panunziani fanno muro), dall’altra perché la sospensiva del debito di qualche tempo fa ha creato delle crepe all’interno della maggioranza stessa.

Per andare avanti servirà il numero legale e per far sì che dopo i due Consigli saltati, non salti anche il terzo, servirà uno sforzo comune non indifferente, anche perché alcune assenze sarebbero già annunciate.