La Fune sfida Michelini: “Dignità per la fontana di Porta S. Pietro” #giorno 43

La Fune sfida Michelini: “Dignità per la fontana di Porta S. Pietro” #giorno 43

Caro sindaco Michelini dimostri il suo amore per le fontane di Viterbo, iniziando dalla fontana di Porta San Pietro, da troppo tempo dimenticata e sfregiata.

ADimensione Font+- Stampa

Leonardo Michelini ha vinto le elezioni anche promettendo rispetto per le fontane di Viterbo. In tanti ricorderanno la pubblicazione su questa bellezza viterbese voluta dal primo cittadino. Peccato che quello che è stato apprezzato sulla carta e negli slogan della campagna elettorale non sta trovando riscontro nella realtà quotidiana.

Mesi fa abbiamo con la Fune denunciato il profondo stato di abbandono, incuria e degrado in cui versa la fontana dei Piccolomini a porta San Pietro. Un pezzo del volto rinascimentale della città dei papi, che non merita di essere circondato da centraline dell’Enel e di essere lasciato in un angolo senza alcuna valorizzazione.

Abbiamo quindi deciso di mettere in evidenza il problema e lo faremo ogni giorno, fino a quando l’amministrazione comunale non prenderà provvedimenti. Lo faremo con un articolo a numerazione progressiva, per contare quanto ci vuole per un intervento doveroso quanto banale. Al sindaco auguriamo buon lavoro. Siamo al giorno 43esimo di segnalazione. Dal Comune neanche una risposta ufficiale, una nota di replica, niente di niente.