La cooperativa agricola di Tuscania mette alla gogna i debitori

La cooperativa agricola di Tuscania mette alla gogna i debitori

Affisso in giro per il paese un manifesto con nomi e cognomi dei debitori e relativa cifra da pagare

ADimensione Font+- Stampa

Non paghi? Ti mettiamo alla gogna nella pubblica piazza. Un po’ questo lo spirito con cui questa mattina la Cooperativa Produttori Agricoli di Tuscania ha fatto affiggere diversi manifesti con riportati nomi, cognomi e cifra da pagare di tutti i suoi debitori. Non una gogna fisica, come nel medioevo, ma qualcosa di molto più ad effetto: una lista di tutti i “cattivi pagatori” della cooperativa.

Un gesto estremo che nella comunità di Tuscania è già diventato leggendario, anche se tutti già si aspettano risvolti pesanti, anche sotto il punto di vista legale vista la lesa privacy di chi si è ritrovato fra la lista dei debitori. Si va da poche centinaia di euro a cifrare più consistenti, fino ai 30mila euro e oltre. 

“L’onestà di molti lesa dalla disonestà di pochi, questa è la causa del malessere di cui vive la Cooperativa produttori agricoli di Tuscania”. Questa la scritta che si legge in evidenza sul manifesto di denuncia. Da tempo, infatti, la cooperativa agricola è in forte difficoltà proprio a causa dei grandi crediti che vanta e che non riesce a riscuotere, ma ora ha deciso di dire basta.

La lunga lista è stata affissa in più punti della città, con tanto di autorizzazione comunale ed è diventato il gossip più succulento della città e qualcuno dice che di nomi da tirare fuori ce ne sono anche altri. Per ora non ci sono state risposte o rappresaglie da chi si è visto mettere alla gogna, ma siamo sicuri che non si dovrà attendere molto.

 

Banner
Banner
Banner