Isola Bisentina al bivio, forte interessamento di un Fondo immobiliare privato

Isola Bisentina al bivio, forte interessamento di un Fondo immobiliare privato

Sulle rive del lago di Bolsena gira da tempo la notizia di una volontà di vendita dell'isola Bisentina da parte della proprietaria, la principessa Angelica del Drago. Vengono segnalati sempre più frequenti atterraggi in elicotteri privati e la presenza di geometri, presumibilmente impegnati a periziare i beni immobili presenti.

ADimensione Font+- Stampa

Sulle rive del lago di Bolsena gira da tempo la notizia di una volontà di vendita dell’isola Bisentina da parte della proprietaria, la principessa Angelica del Drago. Vengono segnalati sempre più frequenti atterraggi in elicotteri privati e la presenza di geometri, presumibilmente impegnati a periziare i beni immobili presenti.

E’ dato per certo l’interesse di un fondo immobiliare romano. La Fune ha lanciato nei giorni scorsi un appello ai sindaci del lago, in particolare al Comune di Capodimonte, per avviare un ragionamento che renda possibile il passaggio in mani pubbliche dell’importante bene.

Anche perché il Ministero dei Beni Culturali, essendo l’area sotto importanti vincoli, potrebbe esercitare il diritto di prelazione. In questi ultimi giorni anche l’Osservatorio lago di Bolsena si è pronunciato, attraverso il proprio blog, auspicando un interessamento pubblico. Alcune associazioni ambientalisti hanno avanzato l’ipotesi di un acquisto da parte del Fai (Fondo Ambiente Italiano).

Riportare l’isola in mani pubbliche renderebbe possibile immaginare un disegno di sviluppo turistico di area vasta. Un’occasione d’oro per costruire una serie prospettiva turistica della zona, con conseguenti benefici in termini occupazionali. Le istituzioni al momento sembrano restare a guardare, quasi inconsapevoli dell’occasione enorme che sta passandogli sotto al naso.