Interdittiva antimafia per Viterbo Ambiente

Interdittiva antimafia per Viterbo Ambiente

Il provvedimento, con il fine di tutelare il territorio della Tuscia da tentativi di infiltrazione da parte della criminalità organizzata, è frutto di una complessa e delicata attività di valutazione e analisi condotta nell’ambito del Gruppo interforze appositamente costituito.

ADimensione Font+- Stampa

Interdittiva antimafia per Viterbo Ambiente. Il prefetto di Viterbo il 28 novembre ha adottato il provvedimento interdittivo antimafia nei confronti della società, incaricata di svolgere l’attività della raccolta e dello smaltimento di rifiuti urbani nel territorio dei comuni di Viterbo e Montefiascone.

“Il provvedimento, con il fine di tutelare il territorio della Tuscia da tentativi di infiltrazione da parte della criminalità organizzata, è frutto di una complessa e delicata attività di valutazione e analisi condotta nell’ambito del Gruppo interforze appositamente costituito, avvalendosi, inoltre, delle informazioni rese disponibili dalla rete delle prefetture.

È stata contemporaneamente avviata la procedura tesa a verificare la ricorrenza dei presupposti per l’applicazione delle misure di amministrazione straordinaria della Viterbo Ambiente Scarl (previste dall’art. 32 co. 10 D.L. 90/14) al fine di consentire la prosecuzione e il corretto espletamento di un servizio così rilevante per le rispettive comunità nonché di mantenere i livelli occupazionali’’. Questo il contenuto di una nota della Prefettura di Viterbo.