Inps, nasce la sezione territoriale della rete del lavoro agricolo di qualità

Inps, nasce la sezione territoriale della rete del lavoro agricolo di qualità

 Lo scorso 20 giugno il direttore della sede di Viterbo Inps, Pasquale Caccavale, ha sottoscritto con la prefettura, l’Asl e le organizzazioni sindacali di settore l’atto costitutivo della sezione territoriale della Rete del lavoro agricolo di qualità, di cui alla legge n. 94/2014

ADimensione Font+- Stampa

 Lo scorso 20 giugno il direttore della sede di Viterbo Inps, Pasquale Caccavale, ha sottoscritto con la prefettura, l’Asl e le organizzazioni sindacali di settore l’atto costitutivo della sezione territoriale della Rete del lavoro agricolo di qualità, di cui alla legge n. 94/2014.
 
L’obiettivo della rete è di promuovere il rispetto della legalità nel settore agricolo, a partire dall’applicazione dei contratti collettivi e delle norme di sicurezza e dall’emersione del lavoro nero o “grigio”, attraverso uno scambio continuo e reciproco di informazioni tra i firmatari, volto a incentivare le buone prassi: le aziende virtuose possono così ottenere di essere inserite nella “Rete del lavoro agricolo di qualità”.
 
Il prossimo passo della direzione Inps di Viterbo è il coinvolgimento di Comune e Provincia, e in particolare degli Assessorati ai Trasporti, al fine di sollecitare l’adozione di iniziative a supporto dei lavoratori.