Il viterbese Giorgio Santucci disegna il nuovo numero di Dylan Dog

Il viterbese Giorgio Santucci disegna il nuovo numero di Dylan Dog

Il numero 374 del celebre fumetto Dylan Dog usa matite e colori made in Viterbo. Il viterbese Giorgio Santucci è il nuovo disegnatore dell’ultima avventura dell’eroe dei fumetti in edicola il 28 ottobre, che ci porta alla scoperta del mondo del disegno con tutta l’eccellenza di un artista a tutto tondo.

ADimensione Font+- Stampa

Il numero 374 del celebre fumetto Dylan Dog usa matite e colori made in Viterbo. Il viterbese Giorgio Santucci è il disegnatore dell’ultima avventura dell’eroe dei fumetti in edicola il 28 ottobre, che ci porta alla scoperta del mondo del disegno con tutta l’eccellenza di un artista a tutto tondo. La passione di Santucci per il disegno arriva da lontano, già nei primi anni dell’adolescenza, quando prendere in mano una matita, poi diventata china, era rifugiarsi in un mondo magico dove tutto è permesso e dove l’arma più potente, è il suo tratto che sul foglio diventa segno e simbolo.

La scoperta della maturità sono i fumetti di Andrea Pazienza, letti voracemente tra i banchi del liceo, un amore profondo per i supereroi che culmina nel 1996 con la prima pubblicazione di una mini serie di fumetti chiamata “Santucci Stories”.

La Sergio Bonelli Editore si accorge del talento e offre al giovane viterbese di entrare a far parte della squadra di Dylan Dog mettendo a sua disposizione tutti i mezzi per rendere ancora più avvincenti le avventure dell’Indagatore dell’Incubo.

“Questo numero lascerà un segno forte in tutta la serie, la splendida sceneggiatura di Mauro Uzzeo mi ha permesso di scatenarmi creativamente e sperimentare senza alcuna imposizione”. Queste le parole di Santucci che fiero presenta il suo lavoro e la sua passione per il fumetto come forma d’arte.

L’appuntamento con Giorgio Santucci è per il 28 ottobre in tutte le edicole con un nuovo episodio di Dylan Dog e sicuramente ancora più lontano nel fantastico mondo del fumetto.

Decarta racconta la Tuscia