Il terreno acquisito a Valle Faul non sarebbe più disponibile: “Non lo cedono gratuitamente”

Il terreno acquisito a Valle Faul non sarebbe più disponibile: “Non lo cedono gratuitamente”

“Non c’è nessun progetto” ha risposto l’assessore Alvaro Ricci, nonostante il vicesindaco Luisa Ciambella lo avesse trionfalmente annunciato con un comunicato stampa. “Ora - aveva scritto - il Comune può procedere alla realizzazione di tale camminamento, che mi auguro possa essere ultimato entro il termine di questa legislatura”.

ADimensione Font+- Stampa

Il terreno acquisito a Valle Faul e oggetto di un progetto annunciato da Luisa Ciambella non ci sarebbe più: “I proprietari vogliono farsi pagare”. Ma la retromarcia è totale, fino alla negazione dell’esistenza del progetto, che però è stato annunciato pubblicamente. La notizia è stata portata all’attenzione dell’amministrazione in Consiglio comunale dal rappresentante di Fondazione Gianmaria Santucci.

Il problema però non sarebbe il solo. La striscia di terra sarebbe infatti oggetto di un contenzioso (come anticipato da La Fune qui e qui) tra i proprietari e gli usufruttuari. “Il terreno acquisito gratuitamente durante una delle scorse tornate del Consiglio comunale – ha detto il consigliere Gianmaria Santucci interrogando l’amministrazione – non solo risulta essere oggetto di un contezioso, ma da quel che mi risulta i proprietari non sarebbero intenzionati a cederlo gratuitamente”.

“Non c’è nessun progetto” ha risposto l’assessore Alvaro Ricci, nonostante il vicesindaco Luisa Ciambella lo avesse trionfalmente annunciato con un comunicato stampa. “Ora – aveva scritto – il Comune può procedere alla realizzazione di tale camminamento, che mi auguro possa essere ultimato entro il termine di questa legislatura”.