Piccoli crolli a Bagnaia e nella Tuscia: il terremoto di Norcia sveglia la provincia. Controlli al campanile di Civita di Bagnoregio

Piccoli crolli a Bagnaia e nella Tuscia: il terremoto di Norcia sveglia la provincia. Controlli al campanile di Civita di Bagnoregio

Grande paura e qualche piccolo crollo a Bagnaia e Nepi. Incerta la magnitudine dichiarata inizialmente 7.1, ma poi ribassata più volte fino a 6.1 e poi alzata a 6.5 da Ingv.

ADimensione Font+- Stampa

Una nuova forte scossa tra le Marche e l’Umbria ha svegliato molti cittadini viterbesi. Grande paura e qualche piccolo crollo a Bagnaia e, secondo TusciaWeb, anche a Nepi. Controlli per una lesione al campanile di Civita di Bagnoregio (qui). Nella frazione viterbese sono cascate alcune pietre nella parte vecchia del paese da una facciata che di un palazzo che sembrava essere già lesionato. Paura anche alla Casa dello studente di San Sisto a Viterbo, che è stata evacuata.

Incerta la magnitudine dichiarata inizialmente 7.1, ma poi ribassata più volte fino a 6.1 e poi alzata a 6.5 da Ingv. Alcuni cittadini si sono rivolti comunque ai vigili del fuoco per lo spavento. Spavento anche per i molti volontari viterbesi che si trovano in queste ore nelle zone colpite dal sisma. I Vigili del Fuoco sono sommersi di richieste di controlli (qui).

Immagine da Facebook.