Il successo dei 18 tedofori: da Assisi anche un rametto di ulivo da piantare al Santuario

Il successo dei 18 tedofori: da Assisi anche un rametto di ulivo da piantare al Santuario

Sono arrivati addirittura ad Assisi, simbolo glovale di pace dove, sabato mattina si sono incontrati con padre Giovanni, vicario generale del Sacro Convento di Assisi, per ottenere la benedizione della fiaccola sulla tomba di San Francesco.

ADimensione Font+- Stampa

Dopo la benedizione della fiaccola da parte di Papa Bergoglio nel 2015, quest’anno era difficile eguagliare quel risultato. Eppure i diciotto atleti radunati da Rodolfo Valentino, Giuseppe Tenti, Enrico Alfonsini e Bruno Buzzi, ci sono riusciti. Sono arrivati addirittura ad Assisi, simbolo glovale di pace dove, sabato mattina si sono incontrati con padre Giovanni, vicario generale del Sacro Convento di Assisi, per ottenere la benedizione della fiaccola sulla tomba di San Francesco.

Così la fiaccola “Lux Rosae” è partita in staffetta verso Viterbo in mano, a turno, ai diciotto tedofori. Tra loro anche il campione di handbike Mauro Cratassa. Percorsi 130 km i diciotto sono arrivati trionfanti sotto la Macchina di Santa Rosa, proprio prima del Trasporto.

Durante la celebrazione sulla tomba di San Francesco padre Giovanni ha anche benedetto una pianta di ulivo che sarà piantata nel giardino del Monastero di santa Rosa.

Banner
Banner
Banner