‘Il Sal8 delle 6’ fa il pieno d’emozioni con Vittorio Emiliani

‘Il Sal8 delle 6’ fa il pieno d’emozioni con Vittorio Emiliani

Storica firma de Il Messaggero, giornalista di prima linea durante gli "anni di piombo", questo è Emiliani. Ieri i suoi racconti hanno stregato il pubblico viterbese.

ADimensione Font+- Stampa

Bottone‘Cronache di Piombo e di Passione’. Venuto a Viterbo per presentare il suo ultimo libro, il giornalista Vittorio Emiliani ha conquistato il pubblico de ‘Il Sal8 delle 6’. Nei panni del moderatore l’ideatore del festival letterario: Pasquale Bottone. Sede naturale del festival la biblioteca Anselmo Anselmi di viale Trento.

 

Emiliani ha portato la mente di tutti a rituffarsi negli “anni di piombo”. Ripercorsi i momenti cruciali della storia di un Paese, storia di oggi e cronaca di ieri. La cronaca scritta, battuta dopo battuta, da Emiliani e dai suoi colleghi de Il Messaggero. “I neofascisti festeggiarono il trigesimo della strage di Bologna uccidendo il nostro tipografo, scambiato erroneamente per un nostro redattore”, uno dei preziosi ricordi tirati fuori dall’autore.

 

Tra il pubblico anche Arnaldo Sassi, cresciuto anche lui dentro quel giornale e quel giornalismo. “‘Il Messaggero” era forte nella Cronaca di Roma e nello Sport, ho nostalgia di quel giornalismo di passione. Ricordo le straordinarie campagne giornalistiche, ad esempio la ‘ramazzata’, antesignana delle campagne di Legambiente”, è intervenuto Sassi.

 

Continua così, con il racconto di storie incredibili, l’edizione 2014 del ‘Sal8 delle 6’.