Il ritorno del PSI, Insogna: “Questo non era il centrosinistra che sognavo”

Il ritorno del PSI, Insogna: “Questo non era il centrosinistra che sognavo”

Il consigliere del gruppo Gal dunque riporta in Consiglio comunale a Viterbo lo storico Partito socialista italiano. La notizia, già ufficializzata mezzo stampa, ha trovato la definitiva consacrazione con la conferenza stampa di ieri.

ADimensione Font+- Stampa

A Viterbo torna il Giglio. Il PSI ufficializza la nascita del nuovo gruppo consigliare che sarà costituito da Sergio Insogna. Il consigliere del gruppo Gal dunque riporta in Consiglio comunale a Viterbo lo storico Partito socialista italiano. La notizia, già ufficializzata mezzo stampa, ha trovato la definitiva consacrazione con la conferenza stampa di ieri.

L’ufficializzazione con i vertici nazionali del PSI è avvenuta nella mattinata di ieri con una conferenza stampa alla quale sono intervenuti anche il deputato Oreste Pastorelli e il consigliere regionale Daniele Fichera. Presenti anche i coordinatori locali Mario Tofanicchio e Aldo Filosa. Sergio Insogna, protagonista assoluto in quanto uomo più in vista dello storico partito, ha criticato duramente il sindaco Leonardo Michelini che ha contribuito a eleggere candidandosi con Oltre Le Mura. “Michelini però – ha sottolineato Insogna – ha sbagliato tutte le mosse”. Tanto che ad oggi, guardando al futuro, è difficile ipotizzare nuove alleanze: “Questo – ha detto – non era il centrosinistra che sognavo”.

 

Natale Viterbo