Il primo processo di Camorra si tenne a Viterbo nel 1911: le foto a piazza Fontana Grande

Il primo processo di Camorra si tenne a Viterbo nel 1911: le foto a piazza Fontana Grande

Le incredibili foto custodite a Washington del primo processo di Camorra, che si svolse a Viterbo. “Il processo Cuocolo - è scritto su Wikipedia - costituisce il primo procedimento giudiziario che vede come imputati numerosi esponenti della camorra napoletana”.

ADimensione Font+- Stampa

Le incredibili foto custodite a Washington del primo processo di Camorra, che si svolse a Viterbo. “Il processo Cuocolo – è scritto su Wikipedia – costituisce il primo procedimento giudiziario che vede come imputati numerosi esponenti della camorra napoletana”. Le foto, che ritraggono momenti del processo viterbese tra il 1911 e 1912, si trovano presso la Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti e le originali sono proprio conservate a Washington. Dalle foto si riconosce l’ex Tribunale di piazza Fontana Grande e si intravede anche un piccolo scorcio della piazza.

“Il procedimento – ancora da Wikipedia – ebbe una larga risonanza mediatica e si concluse con numerose, pesanti condanne. Tuttavia, secondo numerosi analisti, fu viziato da numerose irregolarità e dalla manipolazione delle prove”. “Il processo – è riportato invece sul sito della Biblioteca digitale della Camorra dell’Università di Napoli Federico II – che per legittima suspicione fu spostato alla Corte d’Assise di Viterbo nel 1911-1912, terminerà con la vittoria della parte colpevolista e antigarantista. Dure pene saranno comminate: trent’anni agli imputati di duplice omicidio, cinque agli imputati per sola associazione”.

La base principale dell’inchiesta furono le rivelazioni di Gennaro Abbatemaggio (che vede ritratto in alcune foto), un pregiudicato che aveva 23 anni all’epoca dei fatti, a cui si accodarono altri pentiti. La sentenza fu emessa il 12 luglio 1912 e fu di condanna per quasi tutti gli imputati, uno dei quali, Gennaro De Marinis, si suicidò in quello stesso momento in aula. In totale vennero comminate reclusioni per oltre 400 anni.

 

Fonti Bain CollectionBibliocamorra e Wikipedia