Il “pellegrino bianco” per tre giorni sotto l’obelisco in Vaticano in attesa di incontrare il Papa

Il “pellegrino bianco” per tre giorni sotto l’obelisco in Vaticano in attesa di incontrare il Papa

Ha partecipato all'Udienza del mercoledì con il Santo Padre ma non è riuscito a parlarci. Il "pellegrino bianco", al secolo Oroshazi Ferenc Andràs, però non molla.

ADimensione Font+- Stampa

Ha partecipato all’Udienza del mercoledì con il Santo Padre ma non è riuscito a parlarci. Il “pellegrino bianco”, al secolo Oroshazi Ferenc Andràs, però non molla. Ha deciso che rimarrà per tre giorni sotto l’obelisco all’interno del colonnato del Bernini, a San Pietro, e ha scritto sul proprio profilo Facebook un appello ai tanti che si sono incuriositi al suo viaggio. Chiede di scrivere un fax al Papa, affinché decida di incontrarlo.

Il “pellegrino bianco” è arrivato a piedi dall’Ungheria fino a Roma, la città santa. Non è passato inosservato lungo il tragitto, a causa del suo suggestivo abbigliamento: tunica bianca, corda legata in vita, cappuccio, sandali e un bastone in legno davvero straordinario nella forma. Diversi giornali locali hanno scritto di lui e quando è passato per Viterbo noi de La Fune lo abbiamo incontrato. Quindi abbiamo raccontato la sua storia e tanti lettori ci hanno scritto per dirci che anche loro lo avevano visto durante il suo passaggio in Tuscia. 

 

Motivo di questo viaggio? Avrebbe un messaggio per Francesco Bergoglio, mittente la Madonna. Ma al di là di questo aspetto è la dimensione curiosa e appassionata di questo pellegrino a colpire sicuramente l’attenzione.