Le notizie da Viterbo e dalla Tuscia

Il pagellone di fine anno/3

Il pagellone di fine anno/3

Adesso un po' di pagelle random: dagli ex di Palazzo alla società civile.

ADimensione Font+- Stampa

Continuiamo in questi ultimi giorni dell’anno a cercare di fare un bilancio su quello che è stato il 2013 con i nostri voti “sbottonati” ai personaggi più in vista della città. Dopo le pagelle di Palazzo dei Priori, partiamo per un voto a voto random, spaziando negli ambienti più diversi.

 

Andrea Scaramuccia (Nuovo Centro Destra) voto 5. Media ponderata tra il 7 alla simpatia e disponibilità al cazzeggio e il 3 come stratega politico. A maggio ne ha fatte di tutti i colori, un’altalena di posizioni. Al primo turno delle comunali il suo grido di battaglia per il ballottaggio è stato: “tutti al mare”. Aveva anche prenotato per l’Egitto ma poi, pur di sostenere Giulio Marini, ha rimandato tutto. Ora è con gli “alfaniani”. Obiettivo possibile? Conquistare Marte, quel maledetto pianeta “rosso”. Nostalgico.

Antonello Ricci (istrione etrusco) voto 7. E’ il viterbese più fotografato dai turisti, merito del suo “sigarro” e poncho abbinati al peperino di San Pellegrino. Effetti della globalizzazione. Ha risvegliato uno spirito di attaccamento alla città con le sue passeggiate racconto. Dice che siano frequentatissime anche da “portoghesi”, questo contribuisce alla Viterbo turistica che vogliamo. Folkloristico.

 

>>LEGGI LE PAGELLE DELLA MINORANZA e DELLA MAGGIORANZA

 

Sbob Tv (Daniele Ercolani e Maurizio Mercuri) voto 7. Duo geniale come da tempo non se ne vedevano a Viterbo. Con i loro video hanno fatto ridere in tanti ma anche pensare. Con ‘Di fatto … Una passeggiata!’ (non perderti il video) hanno rotto quello che pensavamo fosse un tabù per realtà piccole come Bagnaia: due uomini, mano nella mano per dieci minuti tra le vie del centro storico, la piazza e la sosta al bar Il Borgo. “Trattati con amore” da tutti, Arduino Troili docet. Visionari. 

Emanuela Dei (Arci Cultura Lesbica) voto 5. La sua battaglia per l’istituzione del registro delle coppie di fatto a Viterbo è da 10 e lode ma i suoi metodi di relazione con il Palazzo e gli incontri con i politici meritano uno zero spaccato. Troppa foga, Emanuela, hai ragione ma la cosa che conta sono i risultati. Consigliamo diplomazia. Irruenta.

Arnaldo Sassi (giornalista) voto 4. Appartiene a un’altra era glaciale rispetto a noi ma ci dicono sia stato un bravo giornalista. E ora? Da quando ha saputo che il Comune ha dato a Funamboli 1500 euro per il programma su Baku non ci ha visto più. Frase cult? “E io pago”. Meno male che pare non essersi accorto dei 10mila euro spesi per un convegno di due giorni su sport e salute, sarebbe andato in bestia e avrebbe dovuto pagare il piatto … Tremendo.

 

>>LEGGI LE PAGELLE DELLA MINORANZA e DELLA MAGGIORANZA

 

Massimo Mecarini (presidente Sodalizio Facchini di Santa Rosa) voto 8. Ha condotto alla grande l’avventura di Baku, riorganizzandosi anche come giornalista. E’ stato lui a smistare le informazioni da una redazione all’altra della città e a distribuire dvd del trasporto tra gli azari. Vincitore.

Irene Temperini (presidente Pro Loco) voto 6,5. E’ come una pila elettrica inesauribile. Tutti la conoscono e, secondo la leggenda, la puoi trovare in diversi punti della città nello stesso momento. 8 il voto che meriterebbe per il tempo dedicato alle iniziative pro Viterbo e per l’importanza dei risultati ottenuti. 4 per la scaltrezza, serve più visione Irene. La media verrebbe 6 ma aggiungiamo, con affetto, uno 0,5 di incoraggiamento. Amazzone.

Andrea Baffo (Caffeina) voto 5. Non è più il leone di una volta. A guardare la sua “faccia-libro” (facebook) sono lontani i tempi delle battute a profusione, quelle che ci hanno ispirato ‘Torna a casa lessico’ per intenderci. A guardare la sua faccia, anche in foto, non sembra quasi più lui. Troppa Caffeina? L’augurio per il nuovo anno è uno: aripijate! Mosciarello.

Alessio Paternesi (artista) voto 6,5. Dopo aver regalato alla città di Viterbo opere d’arte che gran parte dei viterbesi avrebbero volentieri “riciclato” è arrivato il momento della riconciliazione di Paternesi con tutta la città. Abbiamo infatti scoperto che nel 2001 ha tirato fuori un’idea folgorante per il Museo delle Macchine di Santa Rosa. In un suo scritto si parla di realizzarlo nella ex cava di peperino Anselmi all’Arcionello. Bel colpo Pat! Riabilitato.

 

>>LEGGI LE PAGELLE DELLA MINORANZA e DELLA MAGGIORANZA

 

Andrea Egidi (segretario provinciale Pd) voto 6,5. Sta di fatto che il Pd è oggi forza di maggioranza al comune di Viterbo. “Mi è sempre stato sul cazzo ‘sto posto, abbiamo preso il Palazzo d’Inverno”, gli abbiamo sentito pronunciare il giorno della vittoria di Michelini. Solo per questo risultato meriterebbe 8. 4 è invece il voto che gli diamo in quanto a dinamicità. Ora che ha la macchina bella, sarebbe il caso che mettesse benzina e la portasse in giro. ‘Dov’è il Pd?’ rischia di essere il prossimo film proiettato in una sala buia. La media tra 8 e 4 dà 6 ma anche qui 0,5 d’incoraggiamento. Prudente.

 

 

 

 

 

 

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
agosto: 2018
L M M G V S D
« Lug    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031