Il direttore dei Musei Vaticani Antonio Paolucci in visita alla mostra a palazzo dei papi

Il direttore dei Musei Vaticani Antonio Paolucci in visita alla mostra a palazzo dei papi

Oltre settemila visitatori per la mostra 'Immagini della Vergine', dal 17 dicembre a palazzo papale. Oggi la visita del direttore dei Musei Vaticani.

ADimensione Font+- Stampa

Dai musei Vaticani alla città dei papi. Questa la giornata di Antonio Paolucci, direttore dei Musei Vaticani, che ha fatto visita come promesso alla mostra ‘Immagini della Vergine’. Mostra, dal 17 dicembre ospitata a palazzo dei Papi, organizzata dalla diocesi di Viterbo, dalla soprintendenza Beni artistici del Lazio e dalla fondazione Carivit.

La mostra, in un mese di apertura ha già registrato più di settemila visitatori, per la stragrande maggioranza turisti in visita alla città e alla mostra stessa. La presenza di Paolucci aggiunge sicuramente una nota di prestigio in considerazione della sua statura artistico-culturale, che proprio stamani ha inaugurato con una lectio magistralis il nuovo corso di restauro al dipartimento e Scienze dei beni culturali dell’Università della Tuscia.

Paolucci, uno degli studiosi italiani più quotati a livello mondiale, è una vera autorità nel campo storico-artistico e autore di numerose pubblicazioni, già direttore del polo museale fiorentino.

Ad accogliere il professore, il vicario generale della Diocesi don Luigi Fabbri, Santino Tosini, direttore ufficio Beni culturali, don Roberto Bracaccini, segretario del vescovo Lino Fumagalli, don Emanuele Germani, direttore ufficio comunicazioni sociali, Luciano Osbat, direttore del centro diocesano di documentazione.

Paolucci ha ammirato i dipinti, soffermandosi in particolare su quelli del tutto sconosciuti ed esposti per la prima volta: ‘la Madonna con il bambino’ e ‘i santi Giovanni Battista e Sebastiano’ di Palma Il Giovane e ‘il trasporto della Santa Casa’ di Ludovico Mazzanti. Ha visitato poi gli altri ambienti del palazzo papale, il centro diocesano di documentazione, il museo Colle del Duomo e la chiesa cattedrale.