Arsenico – Monte Jugo basterà per metà del fabbisogno estivo, ecco come si risolverà il problema

Arsenico – Monte Jugo basterà per metà del fabbisogno estivo, ecco come si risolverà il problema

Monte Jugo fornisce 100 litri di acqua potabile al secondo, ma il fabbisogno estivo della città è di 200 litri.

ADimensione Font+- Stampa

acqua-condutture-rete-idrica (1)

Monte Jugo fornisce 100 litri di acqua potabile al secondo, ma il fabbisogno estivo della città è di 200 litri. Lo ha detto il sindaco Leonardo Michelini durante l’ultimo Consiglio comunale nei giorni scorsi. Per sopperire a ciò la Talete, ha spiegato poi il primo cittadino, dovrebbe utilizzare la fonte Le Vene.

Durante lo stesso consiglio Leonardo Michelini aveva spiegato come per mettere la parola fine al problema dell’arsenico occorrerà aspettare le analisi dell’Asl iniziate mercoledì e che si concluderanno nei prossimi giorni. Ai cittadini che si chiedono perché non ci siano stati grandi annunci, Michelini dunque ha risposto indirettamente così. “Finché un organismo terzo (appunto l’Asl, ndr) non ci dirà che l’acqua è potabile non potrò dirlo ufficialmente” (qui l’approfondimento).

Intanto però sembra, da indiscrezioni, che non dovrebbero esserci problemi e che l’acqua già in queste ore sia potabile. Ma l’ufficialità ancora non c’è. Intanto per stare sicuri meglio comprare ancora per qualche giorno l’acqua minerale al supermercato o rifornirsi presso le casette dell’acqua, anche se i dati letti dal consigliere di Viterbo 2020 Chiara Frontini in Consiglio comunale fotografavano una situazione incerta per quanto riguardava la potabilità dell’acqua fornita proprio dalle casette (leggi qui).