Le notizie da Viterbo e dalla Tuscia

Il corteo anti razzismo del Pd viterbese finisce in un tweet di Matteo Salvini

Il corteo anti razzismo del Pd viterbese finisce in un tweet di Matteo Salvini

VITERBO- Il Pd viterbese nei giorni scorsi, ha avuto il sul bel da fare. L'idea di un corteo per dire no al razzismo, diventa un caso cittadino e, grazie ad un tweet di Matteo Salvini con tanto di foto, un caso nazionale.

ADimensione Font+- Stampa

VITERBO- Il Pd viterbese nei giorni scorsi, ha avuto il sul bel da fare. L’idea di un corteo per dire no al razzismo, diventa un caso cittadino e, grazie ad un tweet di Matteo Salvini con tanto di foto, un caso nazionale.

“Manifestazione del Pd a Viterbo. Quando un’immagine vale più di mille parole. Emergenza “razzismo”, dove?” questo il tweet del Ministro dell’Interno.

E’ proprio la foto dell’esigua quantità di persone al corteo in una Piazza del Plebiscito deserta a destare stupore. Stupore perché è lo specchio di un partito fortemente in crisi, 14 le persone presenti. L’afa rovente di questi giorni non ha di certo facilitato il compito a Luisa Ciambella e a coloro che hanno partecipato al sit in.

Dura la replica di Luisa Ciambella che chiede al Ministro dell’Interno di abbassare i toni: ““Sono Luisa Ciambella, capogruppo del Partito democratico al comune di Viterbo, immortalata nella foto che ha pubblicato, mi permetto di farle questa riflessione. Si ricordi sempre che lei è anche il mio ministro degli interni e deve per questo garantire l’applicazione degli articoli 2 e 3 della Costituzione per tutti i cittadini, oltre che garantire la sicurezza di tutti. E’ incredibile che non avverta in questi ultimi mesi, ad 80 anni dalla promulgazione delle vergognose leggi razziali, una escalation di episodi sempre più frequenti caratterizzati da intolleranze e violenze razziste. Il problema del ministro dell’interno non è negare l’evidenza, ma condividere il no ad ogni razzismo e prevenire ogni eventuale atto di questo genere. Un primo straordinario risultato sarebbe togliere dal lessico i toni aspri e le affermazioni dure che possono, in un momento difficile come quello attuale, amplificare la rabbia ed eccitare gli animi. Un ministro degli interni non può dire ‘dove sono gli episodi di razzismo’, ma dovrebbe avvertire la responsabilità di prevenirli. Faccia bene il suo lavoro e vedrà che non avrà la necessità di chiedere agli altri ‘dove?’. Buon lavoro”.

Ultimi Commenti

Stefania Maraldi
February 22, 2018 Stefania Maraldi

Belle Immagini! [...]

guarda articolo
Luigi Tozzi
February 22, 2018 Luigi Tozzi

Veramente non si capisce proprio come il buon Dio abbia necessità di dettare un libro [...]

guarda articolo
Elena Buffone
February 21, 2018 Elena Buffone

Tovaglia in foto dell'azienda di design tessile MUSKA (www.muskadecor.com) ⭐ [...]

guarda articolo
Roberto Re
February 19, 2018 Roberto Re

incredibile [...]

guarda articolo
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
agosto: 2018
L M M G V S D
« Lug    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031