Il Comune scopre l’UE: inizia lo screening dei bandi

Il Comune scopre l’UE: inizia lo screening dei bandi

L’amministrazione comunale ha deciso di affidare per un anno il servizio di consulenza ad una società romana. Il servizio prevede lo screening e la segnalazione mensile dei bandi di finanziamento su scala europea, nazionale e regionale accessibili al Comune e anche alcune attività di formazione e consulenza.

ADimensione Font+- Stampa

Duemila euro per farsi segnalare i bandi accessibili al Comune di Viterbo. L’amministrazione comunale ha deciso di affidare per un anno il servizio di consulenza ad una società romana. Il servizio prevede lo screening e la segnalazione mensile dei bandi di finanziamento su scala europea, nazionale e regionale accessibili al Comune e anche alcune attività di formazione e consulenza.

L’importo per il pagamento del servizio è di € 2.196 iva inclusa. Servizio che sarà fornito dalla Leganet Srl di Roma.

La delega alla Politiche Europee è in mano da un paio di anni al consigliere democratico Christian Scorsi, che da tempo dice di avere come obiettivo quello della costituzione dell’Ufficio Europa. Ad oggi la prima mossa però è quella dello screening dei bandi. Un piccolo passo, forse tardivo, per iniziare a recuperare il gap tra la nostra provincia e le città a vocazione europea.

Banner
Banner
Banner