Il Comune potrebbe dover risarcire 4,5 milioni a Esattorie. Lo ricorda Santucci

Il Comune potrebbe dover risarcire 4,5 milioni a Esattorie. Lo ricorda Santucci

Incassata la vittoria sui 3 milioni di euro, Gianmaria Santucci ricorda che "il tribunale fallimentare di Isernia – ha detto Santucci – dice che il comune di Viterbo è debitore di 4,5 milioni di euro nei confronti di Esattorie spa".

ADimensione Font+- Stampa

Il comune incassa 3 milioni di euro, ma dietro l’angolo c’è uno spettro da 4,5 milioni. Lo ha spiegato il consigliere di Fondazione Gianmaria Santucci nel commentare l’arrivo dei 3 milioni di euro annunciato ieri da Luisa Ciambella.

“Il tribunale fallimentare di Isernia – ha detto Santucci – dice che il comune di Viterbo è debitore di 4,5 milioni di euro nei confronti di Esattorie spa. Un debito maturato in seguito alla rescissione unilaterale del contratto, che io ho sempre contestato. In pratica – ha aggiunto Gianmaria Santucci – il credito che vanterebbe Esattorie è legato a delle pratiche interrotte che il Comune di Viterbo dice che non devono essere pagate e la società, insieme al tribunale fallimentare, sì. Ci sarà una inchiesta e si stabilirà”.

Intanto però si incassa la vittoria sui 3 milioni di euro bonificati dall’assicurazione, che non voleva pagare. “Sì, ma noi – ha concluso Santucci – lo abbiamo sempre detto che il buco non c’era e che quei soldi sarebbero arrivati. Solo per Luisa Ciambella c’era il buco”.