Il comune di Viterbo ha approvato la Carta di Avviso pubblico. Ma chi la sottoscriverà?

Il comune di Viterbo ha approvato la Carta di Avviso pubblico. Ma chi la sottoscriverà?

La carta impone piena trasparenza di redditi, patrimoni, finanziamenti politici, criteri di nomina di cariche pubbliche, conflitto di interesse, divieto di cumulare cariche.

ADimensione Font+- Stampa

Il comune di Viterbo ha approvato la Carta di Avviso pubblico. Nei giorni scorsi il via libera definitivo è arrivato dal Consiglio comunale. La proposta era stata fatta dal capogruppo del Pd Francesco Serra e ripresa poi dal consigliere di Oltre Le Mura Marco Ciorba.

La Carta di Avviso Pubblico (già, “di Pisa”) è un codice di condotta per gli amministratori locali promosso dall’associazione ominima. La carta impone piena trasparenza di redditi, patrimoni, finanziamenti politici, criteri di nomina di cariche pubbliche, conflitto di interesse, divieto di cumulare cariche. Un elenco di regole e di buone prassi che la politica deve seguire per garantire la credibilità delle istituzioni”