Il cinema a Palazzo Lattanzi a Blera, omaggio ad Ingrid Bergman e Roberto Rossellini

Il cinema a Palazzo Lattanzi a Blera, omaggio ad Ingrid Bergman e Roberto Rossellini

Sabato 11 novembre alle ore 16.30, in occasione del Concerto dedicato ad Ingrid Bergman che vedrà il soprano svedese Katarina Agorelius nell’esibizione di 14 brani delle colonne sonore dei film più famosi di Ingrid Bergman

ADimensione Font+- Stampa

Nella splendida location del 1700 di Palazzo Lattanzi a Blera, nell’ambito della Festa delle Cantine che si svolgerà dal 10 al 12 novembre, l’Università Agraria di Blera riapre il prestigioso Palazzo, dove l’Associazione Santa Marinella Viva, in collaborazione con la Civitafilm di Civitavecchia, esporrà la mostra di fotografie e di abiti intitolata “Ingrid Bergman e Roberto Rossellini a S.Marinella”, che ritrae l’attrice con il regista, i figli e personaggi famosi del calibro di Gregory Peck, Rock Hudson, Alberto Sordi, Jean Renoir e molti altri durante le vacanze estive a S.Marinella negli anni ’50. La mostra sarà arricchita dall’esposizione di abiti realizzati dalle fashion designer Teresa Venuto Riccardi ed Anna Rotella dell’Atelier Azugaba, ispirati ai film più famosi di Ingrid Bergman quali Notorious, Intermezzo, Io ti salverò.

Sabato 11 novembre alle ore 16.30, in occasione del Concerto dedicato ad Ingrid Bergman che vedrà il soprano svedese Katarina Agorelius nell’esibizione di 14 brani delle colonne sonore dei film più famosi di Ingrid Bergman, verranno esposti due abiti originali della collezione privata di Rosario Tronnolone indossati dalla Bergman nei film: “Le piace Brahms” e “Captain Brassbound’s Conversion”.  “Proseguiamo – spiega Sonia Signoracci, Presidente dell’Associazione S.Marinella Viva – nel proporre cultura nel segno dell’alta qualità. Dopo il successo ottenuto con la mostra su Totò, quello sulla Bergman alla casa del Cinema di Roma e a Stoccolma e le iniziative realizzate sul territorio, arriviamo all’appuntamento di Blera con una proposta personalizzata, dove la sinergia con l’Ente Agrario per la promozione della cultura è un segnale di crescita importante. Vale la pena riproporre parte del nostro passato perché è la base del nostro futuro – afferma Sonia Signoracci.

Un sentito ringraziamento va all’Università Agraria di Blera, al suo Presidente Luca Torelli e alla Cooperativa l’Olio di Blera; innanzitutto per l’ospitalità dimostrata, e poi per la capacità di proporre, da diversi anni, eventi in grado di valorizzare contemporaneamente la ricchezza culturale ed enogastronomica dei nostri bellissimi territori.