Il centrosinistra si spacca, mezzo Pd contro i MoRi: Mazzola picchia duro, Egidi lo segue

Il centrosinistra si spacca, mezzo Pd contro i MoRi: Mazzola picchia duro, Egidi lo segue

Mauro Mazzola alza un dito e spacca il centro sinistra della Tuscia. Il sindaco di Tarquinia ha revocato l’incarico al vice sindaco Renato Bacciardi, assessore di riferimento della formazione dei Moderati e Riformisti. Una mossa che arriva dopo la rottura avvenuta all’interno dell’Università Agraria.

ADimensione Font+- Stampa

Mauro Mazzola alza un dito e spacca il centro sinistra della Tuscia. Il sindaco di Tarquinia ha revocato l’incarico al vice sindaco Renato Bacciardi, assessore di riferimento della formazione dei Moderati e Riformisti. Una mossa che arriva dopo la rottura avvenuta all’interno dell’Università Agraria.

Il sindaco democratico Mauro Mazzola ha dunque agito d’imperio stroncando l’alleanza in questo modo. Un atto non isolato e sostenuto a parole anche dal segretario provinciale del Pd Andrea Egidi che dalle pagine di TusciaWeb ha lanciato la sua fatwa verso i MoRi dei quali non vuole “più sentir parlare”.

Una crisi politica che inaugura la nuova stagione e che rischia di mettere caos nuovamente anche all’interno del Partito Democratico. Magari proprio laddove i rapporti dei moderati democratici (leggi: fioroniani) con quella parte di centro sono più forti. A Viterbo, ad esempio, dove una grossa crisi tra mezzo Pd da un lato e mezzo Pd, alleato con i MoRi, dall’altro, si è chiusa con non poche difficoltà alcune settimane fa.

Tra due anni si vota a Viterbo, nella prossima primavera proprio a Tarquinia e anche a Ronciglione. Il cielo è grigio e nel frattempo, il cacciato Bacciardi butta benzina sul fuoco. “Mazzola ha deciso di rompere la maggioranza di centrosinistra”.

Banner
Banner
Banner