Il CeIS “San Crispino” partecipa alla giornata mondiale contro la droga

Il CeIS “San Crispino” partecipa alla giornata mondiale contro la droga

Oggi il CeIS “San Crispino” nella sede della comunità  alla Quercia celebra la Giornata mondiale contro la droga, l’appuntamento annuale promosso dalle Nazioni Unite per sensibilizzare l’opinioni pubblica e le istituzioni sull’abuso e il traffico illecito delle sostanze stupefacenti

ADimensione Font+- Stampa

Oggi il CeIS “San Crispino” nella sede della comunità  alla Quercia celebra la Giornata mondiale contro la droga, l’appuntamento annuale promosso dalle Nazioni Unite per sensibilizzare l’opinioni pubblica e le istituzioni sull’abuso e il traffico illecito delle sostanze stupefacenti.

Il primo appuntamento è alle 10,30 dove interverranno: don Alberto Canuzzi, presidente del CeIS; i senatori Umberto Fusco e Francesco Battistoni; l’assessore regionale alle Politiche Sociali e Welfare, Alessandra Troncarelli; il  consigliere regionale Enrico Panunzi; il nuovo sindaco di Viterbo Giovanni Arena; il vescovo di Viterbo Lino Fumagalli. A moderare gli interventi Fosca Mauri Tasciotti.

Sarà questa l’occasione per fare il punto in merito all’evoluzione del fenomeno delle dipendenze in Italia e in particolare nella Tuscia che diviene sempre più complesso per i crescenti consumi di droghe tradizionali (cannabis, cocaina ed eroina) e sintetiche (dall’ecstasy alle smart drug) e il dilagare di altre forme di dipendenze come il gioco di azzardo e da internet,  soprattutto tra i giovanissimi. 

In serata, alle 21, al teatro della comunità alla Quercia si terrà lo spettacolo teatrale, in forma di narrazione, “Stupefatto” con Fabrizio De Giovanni.

Lo spettacolo è messo in scena dalla Compagnia “Itineraria Teatro” che da oltre vent’anni affronta in tutta Italia tematiche controverse ed attuali nel filone del teatro civile.

Vincitore di prestigiosi premi, “Stupefatto” è considerata come la rappresentazione teatrale più dirompente nell’affrontare il tema della droga.