Il calendario degli Old Rugby Viterbo. Parola d’ordine: sostenere!

Il calendario degli Old Rugby Viterbo. Parola d’ordine: sostenere!

Tramite il ricavato proveniente sia dagli sponsor del calendario sia dalla sua vendita, nei precedenti quatto anni gli Old di Viterbo sono stati capaci di acquistare attrezzature per la Croce Rossa, o giocattoli per i bimbi del reparto oncologico di Belcolle, oppure materiali per la mensa della Caritas.

ADimensione Font+- Stampa

Schermata 2015-01-19 a 19.04.26

 

Anche quest’anno, ed è il quinto, la squadra Old Rugby Viterbo ha centrato uno dei suoi obiettivi più importanti: la pubblicazione del suo calendario. Che si tratti di vestirsi da “tata”, o di entrare dentro una bara, oppure di fare una improbabile “mischia” contro un trattore o di afferrare una caciotta al volo come fosse una palla ovale (tutte foto connesse alle attività commerciali dei vari sponsor del progetto), lo spirito è sempre quello: goliardico sì, ma consapevole che dietro quelle strampalate foto fatte a maturi uomini, spesso troppo grossi per le pose che il fotografo vorrebbe tenessero, non c’è solo il divertimento di un attimo, la risata e lo sberleffo all’età che avanza e che li rende sempre meno simili ad atleti e sempre più simili a onesti pensionati.

 

 

C’è un progetto di solidarietà che porti gioia e aiuto a chi si trova nel bisogno. Tramite il ricavato proveniente sia dagli sponsor del calendario sia dalla sua vendita, nei precedenti quatto anni gli Old di Viterbo sono stati capaci di acquistare attrezzature per la Croce Rossa, o giocattoli per i bimbi del reparto oncologico di Belcolle, oppure materiali per la mensa della Caritas.

“Nel nostro sport –  dice uno dei  quasi quaranta membri  del team – una delle fasi più importanti è il sostegno, la fase di gioco dove più compagni vanno ad aiutare chi ha la palla ed è attaccato dall’avversario. Questa mentalità noi vogliamo condividerla oltre il campo da rugby, nel sociale, dando sostegno laddove è più necessario e urgente. Vogliamo sorridere facendo lo sport che amiamo, ma vogliamo che anche altri possano sorridere alla vita. E’ un piccolo contributo il nostro, ma  di cui andiamo fieri”.

È il mettersi in gioco, in tutti i sensi, per portare un sorriso agli altri.