Il Banco Alimentare del Lazio a Castel Sant’Elia

Il Banco Alimentare del Lazio a Castel Sant’Elia

'Lo sviluppo del Banco Alimentare nella provincia di Viterbo': questo il titolo e il tema del convegno che si terrà giovedì 16 novembre alle 17:30 presso la Sala Consiliare del Comune di Castel Sant’Elia.

ADimensione Font+- Stampa

‘Lo sviluppo del Banco Alimentare nella provincia di Viterbo’: questo il titolo e il tema del convegno che si terrà giovedì 16 novembre alle 17:30 presso la Sala Consiliare del Comune di Castel Sant’Elia.

Durante l’evento il presidente del Banco Alimentare del Lazio Salvatore Saraniti incontrerà le istituzioni cittadine rappresentate dal Sindaco di Castel Sant’Elia Vincenzo Girolami e tutti coloro che operano nelle strutture caritative del Viterbese per confrontarsi rispetto all’attività della Onlus sul territorio.

“Sarà un incontro molto stimolante – dichiara il presidente Saraniti – perché potremo incontrare enti e associazioni che insieme a noi assistono oltre 7600 persone nella provincia di Viterbo, di cui solo 600 nella città di Castel Sant’Elia.

Il bisogno di cibo per i più indigenti purtroppo si tocca con mano anche nella provincia di Viterbo”.

Durante il convegno, organizzato con il contributo e il patrocinio della Fondazione Carivit, saranno molti gli argomenti affrontati dai partecipanti: si parlerà con Claudio Gagliardi (Referente di zona del Banco Alimentare
Lazio) e il Presidente Saraniti innanzitutto della prossima Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, che avrà luogo presso i super e ipermercati di tutta Italia il prossimo 25 novembre, ma non solo.

Si discuterà infatti della fondamentale importanza del Termine Minimo di Conservazione (TMC), presente sugli alimenti con la dicitura “da consumarsi preferibilmente entro”: avere nozioni adeguate rispetto agli alimenti con il TMC superato può far recuperare e distribuire molte più derrate alimentari non scadute.

Il confronto passerà infine per un momento formativo, rivolto a tutti gli enti e le associazioni che vogliono convenzionarsi con il Banco Alimentare: verranno spiegati in maniera dettagliata tutti i passi da fare per poter firmare la convenzione con il Banco Alimentare, secondo le modalità richieste dall’Unione Europea, e poter così assistere e nutrire ancora più persone povere senza cibo da mangiare.