I gatti del cimitero di Viterbo hanno bisogno di aiuto. Parte la raccolta fondi

I gatti del cimitero di Viterbo hanno bisogno di aiuto. Parte la raccolta fondi

I gatti del cimitero di San Lazzaro sono in pericolo. Da qualche tempo è venuto a mancare il loro "angelo custode": il signor Pietro Cianchelli. Persona che ha sempre provveduto, di tasca propria, al mantenimento degli animali.

ADimensione Font+- Stampa

I gatti del cimitero di San Lazzaro sono in pericolo. Da qualche tempo è venuto a mancare il loro “angelo custode”: il signor Pietro Cianchelli. Persona che ha sempre provveduto, di tasca propria, al mantenimento degli animali.

Così è stato lanciato un appello via web, “per evitare che i mici facciano una brutta fine. Ma abbiano il cibo e le cure di cui necessitano”.

Donare è facile, basta avere un account Paypal. “Per chi non lo ha e non vuole crearlo, ci sono 3 alternative: versare il proprio contributo in contanti, presso la sede di Federdipendenti, via Vismara 41 Viterbo, orario 10-12/15,30-18,30;
fare una ricarica sulla Postepay a me intestata n. 5333171016386522 avvisandomi dell’operazione; effettuare un bonifico sulla Postepay a me intestata iban IT77W0760105138215254115257 specificando il motivo nella causale.
Il mio contatto: [email protected]”. Sono le informazioni date dalla volontaria che sta cercando di dare soluzione alla problematica. 

In quattro giorni sono stati raccolti 240 euro (guarda)

Decarta racconta la Tuscia