I Del Piombo sotto i portici: Comune senza tecnici idonei, affidamento esterno per 15mila euro

I Del Piombo sotto i portici: Comune senza tecnici idonei, affidamento esterno per 15mila euro

Con la determina con cui si assegna il lavoro il Comune di Viterbo sostiene che all’interno dell’Ente la ricerca di professionalità “non ha consentito di individuare alcun tecnico idoneo e disponibile ad eseguire il servizio richiesto”.

ADimensione Font+- Stampa

Il Comune di Viterbo prepara il terreno per lo spostamento dei due Del Piombo a Palazzo dei Priori: 15mila euro per la progettazione in vista dell’accensione di un mutuo. L’operazione potrebbe costare intorno a 1 milione di euro. La riqualifica dei portici di Palazzo dei Priori era uno dei punti del piano “Destinazione Italia” proposto al Governo e non finanziato. L’importo degli interventi ammontava per i portici a 1,2 milioni di euro. I soldi per ora non ci sono, ma nelle intenzioni dell’amministrazione, patto di stabilità e bilancio permettendo, c’è l’accensione di un mutuo.

Intanto però si è proceduto ad affidare, con assegnazione diretta, all’architetto Sebastiano Meloni per circa 15mila euro un primo stralcio funzionale del progetto. Con la determina con cui si assegna il lavoro il Comune di Viterbo sostiene che all’interno dell’Ente la ricerca di professionalità “non ha consentito di individuare alcun tecnico idoneo e disponibile ad eseguire il servizio richiesto”. Dunque via all’assegnazione esterna, per 15mila euro.

La decisione di espropriare il Museo Civico delle sue due opere principali è già stata oggetto di discussione in Città con una lunga serie di associazioni che aveva chiesto che ciò non venisse fatto. Il rischio infatti è quello di ammazzare definitviamente il già febbricitante Museo cittadino.

Decarta racconta la Tuscia