I canti della Prima Guerra mondiale rivivono a Sant’Ignazio

I canti della Prima Guerra mondiale rivivono a Sant’Ignazio

Un momento per ricordare cosa ha significato la Grande Guerra. Appuntamento venerdì sera con 'Incontri Gentili'.

ADimensione Font+- Stampa

fronte‘Dal Fronte con Onore’ è questo il titolo del concerto recital sulla Grande Guerra, organizzato dal Touring Club Viterbo con il contributo della Provincia di Viterbo, in programma venerdì 26 settembre alle ore 21 presso la Chiesa di Sant’Ignazio in piazza Mario Fani (chiesa antistante l’ingresso della Provincia in via Saffi).

L’evento, a cura del Coro polifonico ‘Santa Maria dell’Edera’, è inserito nel calendario della rassegna culturale ‘Incontri Gentili’ organizzata dalla Provincia. La manifestazione è stata illustrata questa mattina a Palazzo Gentili dall’assessore provinciale alla Cultura Giuseppe Fraticelli, dal console del Touring Club Viterbo Vincenzo Ceniti e dal direttore del coro polifonico ‘Santa Maria dell’Edera’ Lucia Giorni. Sono in svolgimento infatti in tutta Italia numerose manifestazioni culturali per la ricorrenza del centenario della Prima Guerra Mondiale (1914-2014) che vide l’ingresso dell’Italia il 24 maggio 1915.

Nei tre anni del conflitto ci fu un proliferare di canti su località tristemente note come baluardi di morte, di canzoni celebrative delle vittorie in corso, ma soprattutto di canzoni popolari regionali, appartenenti alla tradizione e alla cultura locale dei soldati italiani che per la prima volta nella storia del Paese erano costretti a convivere.

Il tragico evento, che solo nel nostro Paese costò la vita a oltre un milione di persone tra militari e civili, viene quindi ricordato dal Touring Club di Viterbo con un concerto-recital ideato da Rosario Desideri che vede la partecipazione del Coro Polifonico ‘Santa Maria dell’Edera’, diretto dal M° Lucia Giorni, con il pianista M° Dimitri Desideri e le voci narranti di Viviana Pannucci e Rosario Desideri.