Le notizie da Viterbo e dalla Tuscia

Viterbo-Auschwitz solo andata. Storia di una famiglia deportata tra coraggio e viltà

Viterbo-Auschwitz solo andata. Storia di una famiglia deportata tra coraggio e viltà


Angelo Di Porto, Vittorio Emanuele Anticoli e Letizia Anticoli. Sono questi i nomi dei tre ebrei viterbesi che hanno perso la vita nei campi di concentramento nazisti. Correva l’8 gennaio di settantaquattro anni fa quando vennero rastrellati dalla loro casa, in via della Verità 19.

L’archeologia subacquea nacque a Bolsena. La storia del villaggio villanoviano del Gran Carro

L’archeologia subacquea nacque a Bolsena. La storia del villaggio villanoviano del Gran Carro


STORIE -L'abitato si trovava in origine sulle rive del lago, su delle palafitte. Poi l'innalzamento del livello delle acque l'ha completamente sommerso.

Mario Viola, il pilota viterbese che perse la vita nella “sfida agli spazi atlantici”

Mario Viola, il pilota viterbese che perse la vita nella “sfida agli spazi atlantici”


STORIE - L'Italia ebbe il suo simbolo in tutto questo in Italo Balbo. Quel Balbo che diede il via alle “crociere” sull'Atlantico, unendo con l'impresa eroica dei suoi argonauti Orbetello a New York. La storia grande degli idrovolanti italiani è stata scritta anche dal viterbese Mario Viola. Nato a Roccalvecce e caduto in mare, anzi nell'Oceano, il 2 febbraio del 1938. Il sedicesimo dell'era fascista, come si diceva allora.

Corpus Domini 1462 – Quando Viterbo divenne la “dimora degli dei”

Corpus Domini 1462 – Quando Viterbo divenne la “dimora degli dei”

STORIE - "Tutti coloro che entrarono in Viterbo in quel giorno credettero di essere entrati nella dimora degli dei e non fra le abitazioni di esseri umani e raccontarono di aver visto la patria celeste, ancor vivi in carne e ossa". E' questo un passo scritto direttamente da Pio II, il papa che volle nella città che è oggi capoluogo della Tuscia una memorabile festa per il Corpus Domini del 1462.

Ci ha lasciato Gianvincenzo Lucchesi, l’uomo che portò la radio e la televisione a Viterbo

Ci ha lasciato Gianvincenzo Lucchesi, l’uomo che portò la radio e la televisione a Viterbo

Figlio d’arte, suo padre era il giornalista storico di Viterbo Giovanni Lucchesi, fondatore del periodico Il Bulicame. Con una “l” sola, come amava sottolineare. Da quel periodico sono uscite le migliori penne locali. Furono direttori, tra gli altri, Michele Bonatesta e Giuseppe(Peppe) Mascolo.

Quando Sigmund Freud si fermò sul lago di Bolsena. Il ruolo della Tuscia nella nascita della psicologia

Quando Sigmund Freud si fermò sul lago di Bolsena. Il ruolo della Tuscia nella nascita della psicologia

STORIE - 1897, un anno dopo la comparsa nel panorama scientifico internazionale del termine “psicoanalisi”. Sulle sponde del lago di Bolsena finisce il viaggio in Italia di tale Sigmund Freud.

Al via la Sagra del Cinghiale di Guardea, tradizione e qualità garantite per sette serate

Al via la Sagra del Cinghiale di Guardea, tradizione e  qualità garantite per sette serate

GUARDEA -Appuntamento con la tranche iniziale da stasera a dopodomani, per riprendere dal 23 fino al 26 agosto. Il menù è una garanzia di tradizione e qualità, come in ogni edizione. Tanto per aprire in bellezza, un antipasto con bruschette miste. Poi, proseguendo, le eccellenze della sagra: pappardelle al cinghiale, nelle varianti rosse e bianche.

Tuscia da brividi, il portale ‘L’Italia dei fantasmi’ seleziona 4 storie del Viterbese

Tuscia da brividi, il portale ‘L’Italia dei fantasmi’ seleziona 4 storie del Viterbese

STORIE - E questa parte di Lazio Nord ha ben quattro storie da brividi, di apparizioni, morti violente e castelli con spettri di sangue blu. Non perdetevi questo viaggio.

A Viterbo il primo museo etrusco della storia. Correva l’anno 1494 quando i sarcofagi trovarono spazio nell’attuale Palazzo della Prefettura

A Viterbo il primo museo etrusco della storia. Correva l’anno 1494 quando i sarcofagi trovarono spazio nell’attuale Palazzo della Prefettura

STORIE - A volte, cercando di recuperare un'identità, ci si imbatte in notizie sorprendenti. Come il fatto che Viterbo è sicuramente stata la prima città ad avere un museo etrusco. Venne allestito in quello che oggi è il palazzo della Prefettura. Correva l'anno 1494, mezzo millennio fa, e tutto iniziò collocando all'interno degli spazi del palazzo quattro sarcofagi che Frate Annio aveva scoperto in località Cipollara (al confine tra Viterbo e Tuscania).

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
agosto: 2018
L M M G V S D
« Lug    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031