Haendel al Bullicame, concerto e fuochi d’artificio

Haendel al Bullicame, concerto e fuochi d’artificio

La musica nei luoghi insoliti è diventato un appuntamento tradizionale organizzato dall'associazione XXI secolo su indicazione di Vincenzo Ceniti, console viterbese Touring Club.

ADimensione Font+- Stampa

La musica nei luoghi insoliti è diventato un appuntamento tradizionale organizzato dall’associazione XXI secolo su indicazione di Vincenzo Ceniti, console viterbese Touring Club.

In una frizzante conferenza stampa, dove sono stati affrontati anche tutti gli argomenti inerenti al parco del Bulicame e all’opportunità di realizzare l’evento, è stato presentato il concerto. Presenti il vicesindaco Luisa Ciambella, l’assessore Antonio Delli Iaconi, il console Touring Ceniti e il presidente dell’associazione XXI secolo, Giuliano Nisi.

La scelta per questo concerto speciale è caduta su un luogo molto amato dai soci Touring, che nel 1921 riconobbero il grande valore del Bulicame, celebrata con la sistemazione di una una stele di peperino a ricordo del Sommo Poeta, incidendo per sempre le sue parole tratte dalla Divina Commedia: “Qual del Bulicame esce il ruscello/Che parton poi tra loro le peccatrici/Tal per la rena giù sen giva quello/Lo fondo suo ed ambo le pendici/Fatte eran pietra e i margini da lato”.

Quasi cento anni dopo si torna davanti alla “callara” con un altro evento che stupirà e coinvolgerà il pubblico, per cui saranno suonate parti di due suite di Haendel “Musica sull’acqua” (il riferimento a quella solfurea a 55 gradi della Bulicame è immediato), composta esattamente trecento anni fa e suonata in onore di Re Giorgio I, e “Musica ai Reali Fuochi di artificio”, con tanto di spettacolo pirotecnico come avvenne nel 1749 al Green Park di Londra.

“Un concerto straordinario per la sede scelta e la qualità proposta – ha precisato Delli Iaconi -. Chiunque abbia visitato il Bulicame rimane affascinato dall’aspetto lunare, quasi fosse in altro pianeta, mi stupisco che ora ci si renda conto che sia così, così è stato voluto da tempo. Per quanto riguarda il livello dell’acqua attendiamo la concessione al Salus Terme di un nuovo pozzo, così da concludere l’utilizzo del San Valentino e riequilibrare il livello dell’acqua”.

Parole che conforteranno i critici e che possono dirottare sull’argomento artistico, il concerto, illustrato da Nisi: “Saranno eseguiti due capolavori di Haendel, altro momento magico del festival dei luoghi sacri consigliati da Ceniti, un vero vulcano. Ringrazio per il sostegno l’amministrazione e le Terme dei Papi, l’ Etruria Ænsemble, sempre più richiesta nel mondo, e il maestro Fabrizio Bastianini, oggi impegnato con le prove. Il pubblico rimarrà estasiato davanti all’esecuzione associata ai fuochi della ditta Morsani, come da concerto barocco, con il maestro che darà l’attacco agli orchestrali ma anche al fuochista”.

Sarà un’emozione, unica per la città, mai visto prima, come sottolineato da Ceniti: “Tanti anni all’ufficio del Turismo provinciale mi hanno convinto di una cosa: le persone si muovo con l’emozione. Questa è una delle occasione che lo dimostrerà, lo posso dire anche dalle tante telefonate che sto ricevendo da Roma. Bastianini ha selezionato i movimenti delle due suite più adatti, anche per questione di tempo, di fronte ai due Re la musica durò ore e ore, il suo apporto da musicologo renderà perfette le note al contesto, presentando una scelta tonale continua, che poi esploderà negli ultimi tre minuti con la gioia dei fuochi. Visto che siamo in un luogo istituzionale – ha concluso Ceniti – mi piace ricordare come l’Etruria Ænsemble sia un’orchestra superiore ma non stabile, ora con il teatro iniziamo a ragionare su questo, salvaguardando le loro professionalità e non abbandoniamo la Scuola musicale comunale”.

Parole raccolte dal vicesindaco: “La scuola musicale è il nostro futuro, ricordo l’importante corso preaccademico, speriamo che giovedì siano presenti molti bambini, che non pagano il biglietto, e e che si innamoreranno della musica accedendo alla scuola. Conosciamo il valore dell’orchestra e del maestro Bastianini, gli sforzi per resistere, e ringrazio gli organizzatori per averci proposto questo concerto in un luogo magico. Ad Haendel è stato intitolato un cratere su Mercurio e un asteroide, l’aspetto lunare del Bulicame sarà un perfetto omaggio. Vi supportiamo e vi siamo vicino perché questa proposta merita, andando anche oltre a tante polemiche di provincia sentite in questi giorni, bassezze locali che rischiano di far scadere tutto. Bene evidenziare il lato bello, la grande musica, il luogo magico, la poesia delle note”.

Il luogo suggestivo, la luna piena che esalterà il bianco della collinetta calcarea, la magia della grande musica barocca, eseguita dall’orchestra sinfonica Etruria Ænsemble diretta dal maestro Fabrizio Bastianini, la conclusione imponente con la notte illuminata dai fuochi d’artificio come avvenne in onore di Re Giorgio II. Un evento unico per la città di Viterbo, tutto da vivere.
Sono a disposizione 500 posti a sedere liberi, con parcheggio a disposizione di lato al Parco ed ingresso davanti l’Orto botanico. I cancelli saranno aperti alle 20.

Biglietto unico euro 10,00 (gratuito per ragazzi accompagnati fino a dieci anni); prevendita presso Ufficio Turistico Viterbo, tel. 0761.226427. Ampio parcheggio. Inizio ore 21,30. Info cell. 334.7579879. Botteghino sul posto nel giorno del concerto a partire dalle 18,30 per i posti ancora a disposizione.