Goffredo Taborri nel Ncd, costituirà il gruppo al Comune di Viterbo

Goffredo Taborri nel Ncd, costituirà il gruppo al Comune di Viterbo

Goffredo Taborri nel Nuovo Centro Destra, domani la costituzione del gruppo in Comune.

ADimensione Font+- Stampa

Goffredo Taborri ha rotto gli indugi: “Domani ufficializzerò in consiglio il passaggio al Nuovo Centro Destra”. In attesa del piatto forte intanto oggi l’ormai ex consigliere di ‘Oltre le mura’ ha servito l’antipasto: una conferenza stampa dove ha anticipato la decisione. Decisione che in realtà ballava nell’aria già da tempo.

Il tutto si è svolto alle 11 al Garbo, praticamente sotto gli uffici comunali di via Garbini. Presenti Daniele Sabatini, Laura Allegrini e Maria Antonietta Russo, punti di riferimento territoriali del partito di Alfano. La notizia importante è che, a quanto pare, anche da solo Taborri può costituire il gruppo alfaniano all’interno della Sala dei Magistrati.

Lo abbiamo intervistato per capire da lui cosa sta per accadere.

 

Domani sarà costituito il gruppo del Nuovo Centro Destra al Comune di Viterbo o ha bisogno di almeno un altro consigliere?

“A quanto paremi è possibile costituire il gruppo anche da solo. Sabato mattina ho incontrato il presidente del consiglio comunale Filippo Rossi che mi ha detto di aver letto il regolamento e di non aver trovato indicazioni contrarie. Pare, ma domani lo sapremo con esattezza, che si possa fare”.

Eventualmente c’è già qualcuno, tra gli altri consiglieri, pronto a seguirla?

“Questo dovrebbe chiederlo a loro. Non rispondo, non lo so”.

Come nasce questa scelta?

“Ho sempre fatto politica in maniera seria e per me è difficile farla all’interno di una lista civica, che non ha riferimenti nazionali. Sono sempre stato un uomo di centro-destra e in questo momento il partito nazionale nel quale mi identifico di più è proprio quello di Alfano”.

Ma rimarrà a sostegno del sindaco Michelini?

“Certo. Rimango parte della maggioranza. Funzionerò da stimolo e non risparmierò critiche costruttive, quando saranno necessarie”.