Gli effetti dei cambiamenti climatici sulle nocciole, delegazione di studiosi cileni nella Tuscia

Gli effetti dei cambiamenti climatici sulle nocciole, delegazione di studiosi cileni nella Tuscia

Esperti e ricercatori cileni in visita nel Viterbese per approfondire un tema importante: 'Gli effetti del mutamento climatico nella coltivazione di nocciole.

ADimensione Font+- Stampa

Esperti e ricercatori cileni in visita nel Viterbese per approfondire un tema importante: ‘Gli effetti del mutamento climatico nella coltivazione di nocciole.

Giovedì 9 novembre, alle ore 17.30, è stata organizzata una “Reunion de Prensa” con la delegazione presso il Circolo cittadino di Viterbo (via dei Pellegini, 23 – piazza del Gesù). Delegazione che fa capo all’Istituto ministeriale cileno di ricerca nel settore agricolo, guidata dal professor Pablo Grau Beretta, agronomo genetista e ricercatore di fama mondiale nel settore della corilicoltura. Il loro viaggio in Italia è seguito anche dall’Indap (Istituto di sviluppo agricolo), che fa capo al ministero cileno dell’Agricoltura.

Il Cile è infatti uno dei maggiori paesi produttori di nocciole nell’Emisfero sud e da anni sta studiando le ricadute sulle coltivazioni legate ai cambiamenti del clima. Effetti che anche il Viterbese, zona primaria di coltivazione del nocciolo in Italia, sta iniziando ad affrontare.

In questi giorni sono in corso incontri e approfondimenti sul campo, da parte della delegazione estera, con addetti ai lavori del Viterbese, oltre a visite nei diversi centri caratteristici della Tuscia.