Giulio Marini: “A miei amici romani consigliai di votare la Raggi”

Giulio Marini: “A miei amici romani consigliai di votare la Raggi”

Forse Virginia Raggi non lo verrà mai a sapere ma una delle colonne di consenso che l'hanno portata a diventare sindaco di Roma si è mossa anche da Viterbo.

ADimensione Font+- Stampa

Forse Virginia Raggi non lo verrà mai a sapere ma una delle colonne di consenso che l’hanno portata a diventare sindaco di Roma si è mossa anche da Viterbo.

Fino a qui potrebbe sembrare tutto lineare ma lo diventa meno nel momento in cui a dichiararlo è sir Giulio Marini. Consigliere comunale d’opposizione a Palazzo dei Priori oggi ma “uomo d’oro” del partito berlusconiano alle nostre latitudini negli anni del grande trionfo forzista Marini si confessa a Sbottonati. O meglio si sbottona. 

“Ad alcuni miei amici romani io ho fatto votare la Raggi. Ho consigliato, perché me lo hanno chiesto. Altrimenti non mi sarei mai pronunciato. Purtroppo però stanno facendo vedere che manca l’esperienza”.

La “confessione” arriva nel bel mezzo di un discorso sul’importanza dell’esperienza in politica, tema che porta Marini a parlare del Movimento Cinque Stelle. Niente di scandaloso, ci mancherebbe, ma sicuramente il fatto ha del curioso. Pensate a cosa potrebbe accadere anche dalle nostre parti in caso di ballottaggio tra centrosinistra e Cinque Stelle.