Giovani coltivatori crescono a Sutri grazie ai giovani Coldiretti

Giovani coltivatori crescono a Sutri grazie ai giovani Coldiretti

Giovani coltivatori crescono a Sutri. Una bella esperienza formativa ha coinvolto la Primaria Pascoli grazie a Coldiretti.

ADimensione Font+- Stampa

Giovani coltivatori crescono a Sutri. Una bella esperienza formativa ha coinvolto la Primaria Pascoli grazie a Coldiretti.

D’inverno in aula, d’estate in giardino. Per coltivare, piantare, innaffiare. Gli alunni della scuola primaria Pascoli di Sutri sono diventati, con una buona dose di impegno, tante risate e divertimento, provetti agricoltori, allestendo un orto didattico in piena regola.

Il progetto è nato dalla collaborazione tra la Coldiretti di Viterbo, Campagna Amica e il Comune di Sutri. Le attività con i bambini di terza e quarta sono state suddivise in una prima parte teorica e una seconda pratica. Nei mesi invernali, in aula, le lezioni sulla stagionalità di frutta e verdura, sulle specificità del terreno e sull’influsso del sole e della luna nella preparazione delle colture. A giugno il primo orto con le piante officinali, avviato dai bambini consigliati, passo dopo passo, dai ragazzi del movimento Giovani Impresa della Tuscia guidato da Maria Serena Di Risio. A seguire le fasi di didattica attiva alla Pascoli anche il coordinatore provinciale di Campagna Amica, Claudio Calevi, l’assessore comunale Giulia Cacchiarelli e il presidente dell’associazione pensionati della Coldiretti, Vannino Cappelloni.

I piccoli hanno stupito per l’impegno, la passione e la competenza, scavando le buche per mettere a dimora le piantine di lavanda, rosmarino, salvia e timo, rispettando accuratamente la distanza tra l’una e l’altra. L’orto, durante la chiusura estiva sarà seguito dal personale del comune e della scuola perché, al loro rientro in classe, a settembre, i piccoli alunni possano constatare di persona il risultato del loro impegno e la crescita delle piante.

Banner
Banner
Banner