Ghetto alla fiera, Prefettura è convinta: non è ancora abusivo

Ghetto alla fiera, Prefettura è convinta: non è ancora abusivo

Tanto rumore per nulla. Oggi in quarta commissione il sindaco Michelini e il viceprefetto Grillo sono tornati a parlare del “ghetto” della fiera per migranti, ma le novità non ci sono e le domande rimangono le stesse.

ADimensione Font+- Stampa

Tanto rumore per nulla. Oggi in quarta commissione il sindaco Michelini e il viceprefetto Grillo sono tornati a parlare del “ghetto” della fiera per migranti, ma le novità non ci sono e le domande rimangono le stesse.

Quanto è costato? Aprirà? Le deroghe urbanistiche sono finite o devono ancora cominiciare? Insomma, né più né meno del teatrino di un paio di mesi fa quando la stessa commissione era stata convocata e si era sciolta con i medesimi dubbi.

Di fatto il “ghetto” all’ex Fiera si troverebbe in una sorta di situazione di abuso perché costruito su un terreno agricolo. Per legge le deroghe non potrebbero superare i 90 giorni, che sarebbero già scaduti. A meno che non si decida che i 90 giorni non partano dall’apertura del “ghetto”: non essendo stato aperto allora, secondo il viceprefetto Salvatore Grillo, non inizierebbero a decorrere i termini.

Per la minoranza si tratta di una forzatura, mentre per la maggioranza sembra non essere un tema di cui dibattere più di tanto. Ad oggi se il campo non è stato aperto non si tratterebbe di uno spreco di denaro, per la Prefettura, ma semplicemente di routine e anzi di una buona notizia: si vede che ancora non serviva.

Qui i numeri del ghetto.

Banner
Banner
Banner