Futuro del Teatro Unione, attesa per la pubblicazione del bando

Futuro del Teatro Unione, attesa per la pubblicazione del bando

A cinque mesi dall'invito, a mezzo lettera, rivolto dall'assessore al Teatro Giacomo Barelli ai presidente del consiglio e della commissione cultura, ai capigruppo e al sindaco Leonardo Michelini le bocce continuano a rimanere ferme.

ADimensione Font+- Stampa

Teatro Unione, attesa per la pubblicazione del bando per l’affidamento della gestione. Anche se il tempo stringe e i lavori sulla struttura sono a un passo dall’ultimazione l’amministrazione Michelini non ha ancora aperto le danze sul bando.

A cinque mesi dall’invito, a mezzo lettera, rivolto dall’assessore al Teatro Giacomo Barelli ai presidente del consiglio e della commissione cultura, ai capigruppo e al sindaco Leonardo Michelini le bocce continuano a rimanere ferme.

“Con l’auspicio che i lavori siano completati nei tempi stabiliti diventa di grande attualità la questione sulla futura gestione del Teatro Unione e dell’iter politico-amministrativo da intraprendere per trovare una soluzione in lindea con i tempi previsti per la riapertura e le grandi aspettative che la città nutre in merito. Non è più rinviabile un confronto tra le forze politiche in consiglio per analizzare proposte e problemi, individuando linee guida il più possibile condivise”. Le parole scelte da Barelli per mettere al centro la questione.

Le linee guida su cui sarà costruito dai dirigenti il bando per l’individuazione del gestore e del direttore artistico sono centrali per tracciare il futuro dell’importante teatro cittadino. Ma la tendenza sembra quella di attendere prima l’approvazione del bilancio, atto che permetterà di capire anche quali saranno le risorse su cui sarà possibile fare affidamento.

Indiscrezioni parlando di una cifra intorno ai 150mila euro. Un importo modesto che lascia immaginare una riapertura basata tanto sull’intelligenza e sul saper fare. All’insegna tra l’altro della sobrietà. Diversi i pretendenti in città e non ci sarebbe da meravigliarsi anche di un interessamento esterno. Al momento tutti restano al coperto, in attesa proprio di poter avere chiaro il quadro di gioco. Cosa possibile davvero solo a pubblicazione del bando avvenuta.

Banner
Banner
Banner