Frontini replica in un post a una serie di leggende metropolitane che stanno girando sul suo conto

Frontini replica in un post a una serie di leggende metropolitane che stanno girando sul suo conto

Chiara Frontini con un post ironico sulla sua pagina Facebook interviene per sottolineare tutta una serie di voci messe in circolo in città in questi giorni e che stanno intossicando la campagna elettorale. C'è nervosismo nell'aria, parecchio. E' la prima volta nella storia che un candidato muova un passo in questa direzione.

ADimensione Font+- Stampa

Chiara Frontini con un post ironico sulla sua pagina Facebook interviene per sottolineare tutta una serie di voci messe in circolo in città in questi giorni e che stanno intossicando la campagna elettorale. C’è nervosismo nell’aria, parecchio. E’ la prima volta nella storia che un candidato muova un passo in questa direzione.

Riportiamo il post. “Mi presento: io sono la Frontini, quella che nel giorno delle elezioni l’hanno allontanata i carabinieri. No, anzi, arrestata proprio. Quella che faceva campagna elettorale davanti ai seggi. Quella che la Sora Camilla dice che è la figlia illegittima di Gabbianelli.

Quella che, ho sentito oggi, fa l’accordo elettorale con la Ciambella con la Perà vicesindaco. Capito quale? Quella che chiude Caffeina, me l’ha detto mio cugino. Quella che, vi giuro l’ho sentito al bar, taglia i fondi a Santa Rosa.

Sono quella che non vede l’ora di licenziare i dipendenti di Viterbo Ambiente e che “ce farà portà la monnezza da soli al Poggino”. Sono quella che “la campagna elettorale je l’ha finanziata Fioroni”, che ha fatto l’accordo con la Lega, con Viva Viterbo e perchè no, pure con la mafia russa e il cavaliere nero.

Prima che lo dica qualcun altro, sono quella che Arena non incontra pubblicamente perché, voi non lo sapete ma è così, i miei riccioli sono serpenti e chi mi guarda negli occhi resta pietrificato. Alla Frontini, Medusa je spiccia casa.

Continuate tranquilli a mettere in giro leggende metropolitane, è una cosa che mi lusinga. Significa che sotto sotto avete paura di una donna e della sua squadra che, mentre voi chiacchierate, lavorano giorno e notte per parlare ai cittadini, vincere al ballottaggio e cambiare finalmente la città.

PS: sono anche disponibile per far paura ai bambini. Se facessero storie per mangiare , vi autorizzo tranquillamente a dire “mangia la pappa se no chiamo la Frontini””.