Fratelli d’Italia vuole più destra: appello all’unità raccolto da (quasi) tutti

Fratelli d’Italia vuole più destra: appello all’unità raccolto da (quasi) tutti

Dai moderati di Fondazione a Viva Viterbo, alle forze più espressamente di destra come Forza Italia e Noi con Salvini, quasi tutta l’opposizione a Leonardo Michelini, presente al Congresso, ha raccolto l’appello

ADimensione Font+- Stampa

Fratelli D’Italia porta a destra l’alleanza per le prossime elezioni. Dai moderati di Fondazione a Viva Viterbo, alle forze più espressamente di destra come Forza Italia e Noi con Salvini, quasi tutta l’opposizione a Leonardo Michelini, presente al Congresso, ha raccolto l’appello all’unità del centrodestra da parte di Fratelli d’Italia. Alle Terme dei Papi mancano solo Chiara Frontini che prosegue invece la propria campagna elettorale nei quartieri della città e Unione della Tuscia.

L’appuntamento era stato convocato per eleggere i delegati viterbesi per il Congresso nazionale, ma è stato l’occasione per parlare di tutte le prossime elezioni comunali.

L’intervento chiave è stato quello di Mauro Rotelli, leader carismatico di una buona parte della destra cittadina, che ha evidenziato la necessità di una unità vera di centrodestra “che non si riduca al gioco dei quattro cantoni”. Una unità che tenda a destra, “una destra contemporanea e senza polulismi”.

Decarta racconta la Tuscia