‘Fragile – Maneggiare col cuore’, l’emozione e la poesia protagoniste al Teatro Unione

‘Fragile – Maneggiare col cuore’, l’emozione e la poesia protagoniste al Teatro Unione

Uno spettacolo contro le violenze costruito da un gruppo di giovani, presente per l'occasione, presso il Teatro Unione, il ministro dell'Istruzione Fedeli.

ADimensione Font+- Stampa

‘Fragile – Maneggiare col cuore’, uno spettacolo-evento scalda il Teatro Unione. Il doppio appuntamento di domani 16 dicembre, alle ore 17 e alle ore 21, registra il tutto esaurito.

Un musical frutto del lavoro di un bel gruppo di ragazzi viterbesi, destinato a girare nei prossimi mesi diverse città d’Italia. Un susseguirsi di suggestioni: balli, video su schermo, musica. A unire il tutto la poesia e la bellezza. A volte dirompente, altre commovente.

Le note di Simone Cristicchi, di Nicola Piovani, dell’Hymne a l’Amour di Edith Piaf, di Rino Gaetano e tanto altro. Il tema dei migranti, dei diversi, della disabilità, dell’omofobia, della violenza di genere. Un equilibrismo narrativo tra cantanti, ballerini e raccontatori di storie. C’è anche una principessa etrusca che ha delle cose importanti da dire. Una tavolozza dove, passaggio dopo passaggio, minuto dopo minuto, prende forma un quadro corale.

Uno spettacolo dove il centro del tutto è la costruzione della stessa messa in scena. E’ il lavoro che i ragazzi hanno svolto per arrivare al risultato finale il protagonista assoluto. Un cammino di educazione alle pari opportunità realizzato in maniera coinvolgente, costruendo cultura. Costruendo fiducia. ‘Fragile – Maneggiare col cuore’ in fondo è un qualcosa di molto semplice, è la scoperta dell’acqua calda.

E’ uno spettacolo dove l’umanità si ritrova, ride e si commuove delle sue fragilità. Della sua parte più bella. Protagonista la figura di Fragile, che ha i volti di tre giovani. Perché questa è essenzialmente una storia
di ragazzi. Tanti. Impegnati da settimane in diverse attività che hanno messo al centro delle loro giornate l’educazione alle pari opportunità. Tutto si è sviluppato all’interno del progetto Crescere alla Pari. Ha trovato un luogo dove poter prendere forma all’interno della Casa di Vetro, nello Spazio Pensilina del Sacrario. E ora è pronto per andare in scena.

Lo spettacolo è parte integrante di un progetto della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento delle Pari Opportunità presentato dall’IC Vanni di Viterbo, con l’IC Carmine di Viterbo e l’IIS Cardarelli di Tarquinia, insieme con il Comune di Viterbo, il Distretto turistico dell’Etruria Meridionale, l’associazione Juppiter, la Fondazione Exodus, Vip clown di corsia – Viterbo, Mille giovani per la pace e la cooperativa gli Aquiloni.

Annunciata la presenza del ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli allo spettacolo delle ore 17. I biglietti prenotati possono essere ritirati dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 15 in poi.